Telemarketing, il Garante multa Enel Energia per 26,5 mln: trattamento illecito dei dati personali

Gazzetta del Sud ECONOMIA

Oltre al pagamento della multa, la società dovrà adottare una serie di misure dettate dall’Autorità per conformarsi alla normativa nazionale ed europea sulla tutela dei dati.

Il Garante per la protezione dati personali ha inflitto a Enel Energia una sanzione di oltre 26,5 milioni per il trattamento illecito dei dati personali degli utenti a fini di telemarketing.

Enel Energia dovrà anche implementare ulteriori misure tecniche e organizzative per gestire le istanze di esercizio dei diritti degli interessati, in particolare il diritto di opposizione alle finalità promozionali, in modo da dare riscontro agli interessati non oltre 30 giorni dalla richiesta. (Gazzetta del Sud)

Ne parlano anche altre testate

"Buongiorno, siamo i Fornitori dello Stato, e quindi siamo in grado di ridurle la bolletta del gas, senza bisogno di ISEE o altro. "Buongiorno, la chiamiamo per dirle che da oggi, se vuole, non dovrà pagare più il canone RAI in bolletta. (il Resto del Carlino)

Telemarketing selvaggio. Federconsumatori. “Il fenomeno del telemarketing nel settore energetico è diventato sempre più pressante ed ingestibile, soprattutto con l’avvicinarsi dell’abolizione del mercato tutelato dell’energia elettrica e del gas previsto per gennaio 2024 (Tag24 - Radio Cusano Campus)

Federconsumatori consiglia: "Se non si è interessati ad un cambio di contratto troncare le spiegazioni dell’operatore dichiarando la propria indisponibilità riattaccare. Non farlo mai con soggetti che non dichiarano in apertura il nome dell’azienda per conto della quale stanno chiamando. (ModenaToday)

Cos partita l’indagine. Il Garante per la protezione dati personali ha inflitto a Enel Energia una sanzione di oltre 26 milioni e 500 mila euro per il trattamento illecito dei dati personali degli utenti a fini di telemarketing. (GameGurus)

Le misure che dovrà adottare Enel Energia. Oltre al pagamento della maxi sanzione, Enel Energia dovrà adeguarsi a quanto stabilito dal Garante, per esempio assicurandosi che gli utenti contattati abbiano espresso il necessario consenso e che i numeri telefonici non siano iscritti nel Registro delle opposizioni. (Altroconsumo)

Un comportamento che ha spinto il garante ad indagare ed oggi arriva la multa pesantissima. Il garante per la privacy ha inflitto una sanzione da oltre 26 milioni di euro ad Enel. (NEWS110)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr