Muore di Covid e fa scrivere sul suo necrologio: «Se avessi creduto al vaccino…»

Muore di Covid e fa scrivere sul suo necrologio: «Se avessi creduto al vaccino…»
Open INTERNO

Tanto che dall’inizio della campagna vaccinale ha sempre rifiutato l’inoculazione del farmaco.

Giuseppe Giuca, 66 anni, di Belvedere – una frazione di Siracusa – è morto per complicazioni dovute a Covid-19.

L’uomo era conosciuto in paese per aver mostrato sempre diffidenza sia nei confronti della malattia che del vaccino anti Covid.

Ma prima di morire ha fatto una richiesta ben precisa: ha voluto che sul suo necrologio fosse scritto che si sarebbe salvato se avesse creduto alla gravità del «Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un’altra storia, ma non questa storia», si legge sul suo annuncio funebre. (Open)

Ne parlano anche altre fonti

I morti in Sicilia. Il numero di persone decedute registrato nella settimana è pari a 56 (14 in più rispetto alla settimana precedente). A causa di alcuni riconteggi, il numero provvisorio di persone decedute attribuibili alla settimana appena conclusa è però pari a 34. (BlogSicilia.it)

"Se avessi creduto alla pandemia, se avessi creduto al Covid, oggi racconterei un'altra storia, ma non questa storia", si legge sul suo necrologio. Giuseppe Giuca è scomparso nei giorni scorsi dopo che le sue condizioni di salute sono precipitate a causa dell'aggravarsi del virus. (Avvenire.it)

Napoli, fa scrivere sul manifesto del padre morto di Covid: "Mancato con tutte e due le dosi di vaccino"

Come riporta Il Corriere del Mezzogiorno, la famiglia del defunto, con evidente intento polemico nei confronti del vaccino, ha insistito per aggiungere la singolare frase, così da specificare che il loro familiare, conosciuto nell'ambiente partenopeo con il soprannome di "Barry White" (usato per le persone di grossa stazza), non ce l'ha fatta nonostante la doppia dose. (Il Portico News)

“È mancato con tutte le due dosi di vaccino Covid fatte il signor Eduardo” – così era scritto sul manifesto, in cui compariva anche il soprannome dell’uomo, conosciuti come “Barry White”, proprio perchè, come ha spiegato il figlio, gli piaceva cantare nei locali pubblici. (Fidelity News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr