Smog, città fuorilegge per qualità aria. Il rapporto di Legambiente

Smog, città fuorilegge per qualità aria. Il rapporto di Legambiente
Rinnovabili INTERNO

Per accelerare la transizione ecologica e avviare l’Italia ‘verso l’inquinamento zero’, per l’associazione sarà “fondamentale realizzare insieme sia provvedimenti urgenti che riforme e opere strutturali“

Adottare misure anti-smog da subito – osserva Legambiente – “potrebbe essere l’unico modo per evitare il superamento dei limiti giornalieri di polveri sottili durante l’autunno e l’inverno prossimi. (Rinnovabili)

Su altri giornali

La peggiore in tutta Italia, con 41 giorni di sforamento del limite massimo di 50 microgrammi al metro cubo, per quanto riguarda l'inquinamento da polveri sottili. Il report di Legambiente», conclude Tosi», conferma che il problema smog riguarda tutta la pianura padana, ma la soluzione non sono blocchi del traffico, mobility day e lo stop agli Euro 4» (L'Arena)

Nel 2020 sono 60 le città italiane (il 62% del campione analizzato) che hanno fatto registrare(µg/mc) di polveri sottili rispetto a quanto indicato dall’OMS. Infatti, le morti premature sono solo la punta dell’iceberg del problema sanitario connesso con l’inquinamento atmosferico (Il Mattino di Padova)

Vicine alla soglia critica anche Asti (con 33 giorni di sforamenti), Lodi e Reggio Emilia (32), Bergamo e Caserta (31) e Parma (30). Tra queste città troviamo anche Alessandria, che ha fatto registrare una qualità dell’aria tutt’altro che ottimale per 37 giorni, due in più rispetto a quanto previsto dalla normativa vigente. (Radiogold)

Mal'aria 2021, Padova resta una delle città italiane più inquinate

Il problema è di tipo geografico, Badia Polesine dove il traffico è bassissimo rispetto a Verona ha solo qualche sforamento in meno Anche per quanto riguarda i bus ad oggi Verona è la città più metanizzata d’Italia. (TgVerona)

Nella generalità, nell’ambiente urbano i due settori che incidono maggiormente sono la mobilità e il riscaldamento domestico, ma in alcune città l’inquinamento industriale o l’agricoltura hanno una notevole incidenza. (AvellinoToday)

Inoltre, la riduzione costante e progressiva degli inquinanti dovrà portare al loro dimezzamento (-55%) entro il prossimo decennio, in accordo con il Piano d’azione europeo “Verso l’inquinamento zero” È quanto emerge dal dossier “Mal’aria 2021 edizione speciale – I costi dell’immobilismo” di Legambiente, nel quale l’associazione segnala i ritardi nell’applicazione dei provvedimenti di emergenza e dei piani di risanamento dell’aria, sia da parte del Governo che delle principali Regioni italiane. (PadovaOggi)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr