Coronavirus, la Liguria divisa in due: cosa cambia per Genova ‘aggrappata’ all’arancione

Coronavirus, la Liguria divisa in due: cosa cambia per Genova ‘aggrappata’ all’arancione
Genova24.it ECONOMIA

Deroghe per i piccoli comuni per cui è concesso uscire restando entro 30 chilometri.

Ma rispetto ad altre regioni la Liguria si è svegliata divisa in due, con Imperia e Savona rosse, almeno fino all’11 aprile, mentre Genova e La Spezia sono tornate all’arancione.

Ma vediamo cosa cambia (e non cambia) a partire da oggi, martedì 6 aprile.

Circolazione. In arancione si può uscire liberamente di casa (non serve autocertificazione) ma bisogna sempre restare all’interno del proprio comune di residenza. (Genova24.it)

Ne parlano anche altri media

Permane fino a domenica 11 in tutta la Liguria il divieto di raggiungere le seconde case (o beni assimilabili come imbarcazioni o roulotte) Per effetto dell'ordinanza firmata dal presidente Toti, fino all'11 aprile i territori imperiese e savonese rimarranno in zona rossa mentre il resto del territorio tornerà in zona arancione. (Gazzetta della Spezia e Provincia)

L’effetto “collaterale” è che pure gli ospedali genovesi rischiano la saturazione. «Siccome il generale Figliuolo dice che arriveranno più vaccini, e io me lo auguro - sostiene Toti - noi siamo pronti ad aumentare quanto serve. (La Repubblica)

Per effetto dell’ordinanza firmata dal presidente Toti, fino all’11 aprile i territori imperiese e savonese rimarranno in zona rossa mentre il resto del territorio tornerà in zona arancione. Questa settimana incontreremo il Premier Draghi e chiederemo questo: che l’Italia riparta di slancio verso il futuro”. (IMPERIAPOST)

Dopo Pasqua il Savonese si risveglia in zona rossa: Liguria spaccata a metà nei colori

Di seguito il dettaglio dei nuovi positivi, riferito alla residenza della persona testata. IMPERIA (Asl 1): 47. SAVONA (Asl 2): 138. GENOVA: 210, di cui:. · Asl 3: 199. · Asl 4: 11. LA SPEZIA (Asl 5): 7. (Riviera24)

I positivi in Liguria a Pasquetta erano dunque 8.167, la maggior parte (3.726) nel territorio di Genova e provincia. A Savona - dove è in vigore la zona rossa, come a Imperia, per tutta la settimana - i positivi totali sono 1.796, a Imperia 1.318, nello spezzino 977. (GenovaToday)

È consentita, senza limiti di orario, anche la consumazione di cibi e bevande all’interno degli alberghi e delle altre attività ricettive, per i soli clienti ivi alloggiati La consegna a domicilio è consentita senza limiti di orario, ma deve comunque avvenire nel rispetto delle norme sul confezionamento e sulla consegna dei prodotti. (SavonaNews.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr