Slovenia, placebo ai politici al posto dei vaccini: la fake news complottista

Slovenia, placebo ai politici al posto dei vaccini: la fake news complottista
QuiFinanza SALUTE

La donna avrebbe affermato che i rappresentanti delle istituzioni slovene, al posto del preparato contro il Sars-CoV-2, avrebbero ricevuto un placebo.

Secondo una tesi cospirazionista che nelle ultime ore sta facendo il giro dei social (perlomeno tra i canali dedicati alle teorie complottiste) nessun politico in Slovenia avrebbe ricevuto il vaccino anti-Covid.

Fino a prova contraria, senza prove a supporto delle parole di questa donna si tratta di una bufala (qui abbiamo parlato dell’ultima bufala sui morti di Covid). (QuiFinanza)

La notizia riportata su altri media

La caposala dell’University Medical Center, un centro clinico di Lubiana, che si occupa di ricevere i flaconi e gestisce tutto, si è dimessa, è uscita davanti alle telecamere e ha tirato fuori flaconi con flaconi di liquidi. (Bufale Un Tanto Al Chilo)

Stando a un video diffuso da un’ex caposala dell’University Medical Center, un centro clinico di Lubiana, i politici del Paese non si sono vaccinati. Nel Paese sono 2,36 milioni le dosi somministrate e solo 1,14 milioni le persone che hanno completato l'intero ciclo vaccinale, ossia poco più della metà (il 54,2 per cento) (LiberoQuotidiano.it)

Dubbi sullo scandalo in Slovenia per placebo ai politici al posto del vaccino

Si parla della denuncia di una donna che fa tornare attuale un tema trattato marginalmente diversi mesi fa sul nostro magazine, ma i dubbi sono tanti. Ci sono molte cose che non tornano in queste ore, a proposito dello scandalo in Slovenia dovuto all’utilizzo del placebo al posto del vaccino per i politici del Paese. (OptiMagazine)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr