Draghi: "Un successo il G20 sull'Afghanistan". Dalla Ue un miliardo di dollari in aiuti

Draghi: Un successo il G20 sull'Afghanistan. Dalla Ue un miliardo di dollari in aiuti
Approfondimenti:
AGI - Agenzia Giornalistica Italia ESTERI

Draghi ha annunciato che "la presidente della Commissione Ue Ursula von der Leyen ha annunciato uno stanziamento di un miliardo di dollari" per gli aiuti umanitari

L'emergenza umanitaria. Per Draghi "c'è una consapevolezza diffusa che l'emergenza umanitaria in Afghanistan è gravissima.

Questo il giudizio del premier, Mario Draghi, al termine del G20 straordinario sull'Afghanistan.

Durante il meeting, inoltre, "si è parlato della necessità di riuscire ad arrivare ad una posizione unificata. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Se ne è parlato anche su altre testate

L’assenza del presidente cinese Xi Jinping e di quello russo Vladimir Putin inficiano la rappresentatività delle posizioni prese sull’Afghanistan oggi. Il dilemma della comunità internazionale? (ISPI)

(LaPresse) – Le sanzioni unilaterali sull’Afghanistan dovrebbero essere revocate il prima possibile e le istituzioni finanziarie internazionali dovrebbero aumentare il loro sostegno finanziario alla riduzione della povertà e ai progetti infrastrutturali dell’Afghanistan. (LaPresse)

«Il coinvolgimento dei Paesi vicini è essenziale, è stato un punto sollevato subito soprattutto dalla Russia ma accettato da tutti. «Ne è valsa sicuramente la pena» di organizzare questo G20, che considero «un successo», «perché è la prima risposta multilaterale alla crisi in Afghanistan (ilmessaggero.it)

G20 Afghanistan, Draghi: “Mandato all’Onu per l’emergenza umanitaria

Nel G20 straordinario "da quasi tutti è emersa la necessità di arrivare a una posizione unificata, questo si è tradotto in un mandato alle Nazioni Unite per un coordinamento nella risposta, naturalmente" in un mandato "ad agire anche direttamente. (Adnkronos)

Il G20 si impegna quindi a “evitare il collasso economico” dell’Afghanistan, sostenendo il sistema dei pagamenti e quello bancario. Agire insieme, è il ragionamento, favorevoli al coordinamento di una risposta “a partire da quello che sta succedendo da noi, che siamo stati lasciati molto soli” (LaPresse)

Anche per questo Draghi ha ribadito che “il coinvolgimento dei Paesi vicini è essenziale, è stato un punto sollevato subito soprattutto dalla Russia ma accettato da tutti Ha poi aggiunto che “la Turchia non può permettersi un nuovo flusso di migranti dall’Afghanistan”. (Il Fatto Quotidiano)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr