Pisa-Lecce 0-1. Decide l'arbitro Marinelli

Pisa-Lecce 0-1. Decide l'arbitro Marinelli
LA NAZIONE SPORT

PISA-LECCE 0-1. PISA (3-5-2) Gori; Benedetti, De Vitis (dal 37'st Quaini), Caracciolo; Birindelli (dal 31'st Pisano), Gucher (dal 31'st Sibilli), Marin (dal 37' Marsura), Mazzitelli, Lisi; Palombi (dal 17' st Vido), Marconi

Ripartiti dopo un minuto. 9' 3-5-2 PER IL PISA con De Vitis difensore centrale, affiancanto da Benedetti a destra e Caracciolo a sinistra.

Più Pisa che Lecce dopo i primi 45 minuti. (LA NAZIONE)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Il fischietto di Tivoli, si legge, “ha negato un rigore colossale al Pisa, per una clamorosa spinta da dietro di Maggio ai danni di Palombi, e poi, nella ripresa, ne concede uno ai salentini, per un lievissimo contatto fra Mazzitelli e Henderson, molto accentuato dal centrocampista scozzese”. (Calcio Lecce)

Nel secondo tempo, invece, la mia squadra mi è piaciuta: abbiamo giocato meglio la palla e creato diverse situazioni per andare in vantaggio. Nel secondo tempo, con più lucidità e calma, abbiamo costruito le azioni, abbiamo palleggiato meglio e difatti siamo stati più pericolosi. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Era rigore, ma nel secondo tempo dovevamo continuare così, forse abbiamo avuto il difetto di abbassarci un po'. Pisa, Palombi: "Il rigore non dato? (TUTTO mercato WEB)

A Pisa sofferenza ma compattezza e un altro successo. Che impressioni vi ha lasciato il match?

Come ricordato da Opta, l’unica squadra ad aver ottenuto una striscia migliore – al momento – di quella della squadra di Conte è la Lazio Numeri straordinari per i nerazzurri che, dopo nove stagioni, sono ad un passo dall’interrompere il monopolio della Juventus. (CIP)

Il primo dirigente si esprime così sulle vibranti proteste innescate dal Pisa a seguito del mancato rigore assegnato per il contatto tra Maggio e Palombi nel primo tempo della gara: “Per me si tratta di un gran salvataggio da parte del nostro difensore. (Calcio Lecce)

I salentini hanno sofferto di più rispetto alle precedenti uscite, complice caldo, stanchezza ed un avversario in condizione e ben messo in campo. Per Gabriel rischi ancora al minimo e, quando c’è stato da accelerare, l’undici di Corini si è confermato implacabile. (Calcio Lecce)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr