Perequativo, controlli preventivi e successivi - ItaliaOggi.it

Italia Oggi ECONOMIA

Sulle richieste di contributo a fondo perduto perequativo controlli sia preventivi che successivi all'erogazione.

Per tale violazione, ricorda la guida al nuovo fondo perduto, è esclusa la possibilità della definizione agevolata.

Dall'esito negativo di tali controlli può anche derivare lo scarto della richiesta di contributo a fondo perduto.

È questo lo scenario che si prefigura successivamente all'invio delle istanze di accesso al fondo perduto perequativo, il cui via libera è stato dato dal provvedimento direttoriale di ieri (Prot. (Italia Oggi)

Su altri media

Arriva il provvedimento dell’Agenzia delle Entrate con le istruzioni per fare domanda per i contributi a fondo perduto per le attività chiuse. Si potrà quindi fare domanda per due diversi tipi di contributi:. (LeggiOggi.it - Tutto su fisco, welfare, pensioni, lavoro e concorsi)

In caso di errore entro la scadenza del 21 del mese si può presentare un'istanza sostitutiva, ma anche una rinuncia al contributo già richiesto La condizione è che le attività a fine luglio fossero chiuse o che abbiano serrato i battenti per almeno 100 giorni tra inizio anno e l'estate. (Il Messaggero)

Il bonus discoteche, previsto dal decreto Sostegni bis, sostanzialmente, consiste in un contributo, a fondo perduto a favore di discoteche e sale da ballo, fino a un massimo di 25 mila euro per ciascun soggetto beneficiario. (Investire Oggi)

Attività con ricavi e compensi fino a 400mila euro: contributo di 3mila euro;. Il contributo viene versato direttamente sul conto corrente (bisogna indicare l’IBAN nell’istanza). (PMI.it)

In merito invece ai contributi a fondo perduto già ricevuti che devono essere sottratti alla differenza tra i 2 risultati economici, l’elencazione è tassativa e va rispettata alla lettera. Più nel dettaglio, si tratta dei contributi a fondo perduto erogati ai sensi delle seguenti disposizioni normative:. (Ratio Quotidiano)

Le misure anti-Covid hanno imposto chiusure forzate a molte attività, fra le quali discoteche, piscine, cinema e teatri. Alla chiusura il Fisco effettuerà i controlli e accrediterà i contributi direttamente sul conto corrente indicato nell’istanza (Immobiliare.it News)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr