Attività chiuse ma le tasse si pagano lo stesso: addirittura di più

Attività chiuse ma le tasse si pagano lo stesso: addirittura di più
ContoCorrenteOnline.it ECONOMIA

Parliamo di rifiuti, parliamo di Tari, parliamo di un aumento che si aggira intorno al 4% rispetto alle annate precedenti.

Il paradosso nasce per le attività che per la stragrande maggioranza del 2020 sono rimaste chiuse, e per le quali un aumento di questa particolare tasse appare come una vera e propria presa in giro.

In aumento tasse anche per chi nel 2020 ha lavorato poco o niente.

Sembra impossibile ma è davvero cosi, i negozi, le attività commerciali rimaste in gran parte chiuse per tutto il 2020 si vedranno recapitare tasse da pagare aumentate rispetto agli anni passati. (ContoCorrenteOnline.it)

Su altre testate

Sarà applicato uno sconto sulla parte variabile del 40% per tutte le attività costrette a chiudere in modo parziale o totale, in base all'emanazione delle restrizioni per zona arancione o rossa. Si potrà pagare in un'unica soluzione oppure dilazionata su tre mensilità, 15 settembre e novembre 2021 e gennaio 2022 (SanremoNews.it)

Calcolo Tari 2021: quota fissa e quota variabile. Per capire al meglio le regole alla base della tassa sui rifiuti, è necessario conoscere anche le modalità di calcolo della Tari 2021 Tari 2021, guida alla tassa rifiuti: di seguito tutte le informazioni relative alla scadenza e al calcolo. (Money.it)

Imprese, zero sconti sulla Tari: sale la rabbia

Dopo il lockdown di marzo 2020 tutti i comuni del territorio si attivarono per venire incontro alle esigenze degli imprenditori Dati alla mano, per un’impresa dell’Empolese Valdelsa, i costi fissi rappresentati dalla tassa sui rifiuti sono una delle voci di spesa più importanti, specie in un periodo come questo. (LA NAZIONE)

R.C "La tassa rifiuti continua a rappresentare un peso insostenibile e spesso ingiustificato – spiega Ciceri - Chiediamo con forza che siano esentate dal pagamento della Tari tutte quelle imprese che, anche nel 2021, saranno costrette a chiusure dell’attività o a riduzioni di orario o che comunque registreranno un calo del fatturato per la contrazione dei consumi". (IL GIORNO)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr