Yamaha XSR 700 my 2022, la "ribelle" si rifà il look

Yamaha XSR 700 my 2022, la ribelle si rifà il look
inSella SCIENZA E TECNOLOGIA

La luce posteriore presenta una forma tonda classica, garantendo nel contempo una visibilità ottimale grazie alla tecnologia LED.

Rivisto anche il layout del cruscotto: la strumentazione LCD è stata posizionata in una nuova posizione più avanzata per migliorare chiarezza e visibilità.

Gli indicatori di direzione a LED hanno una forma, il più possibile minimalista, ma garantiscono anche un'elevata visibilità. (inSella)

Ne parlano anche altre testate

Per garantire che questo modello da gara soddisfi le aspettative e le preferenze dei clienti, la gamma GYTR prevede ulteriori aggiornamenti dell'allestimento. Per avviare il motore, basta premere il pulsante di avviamento/arresto e lo speciale tappo carburante GYTR offre un sistema senza chiave. (Motociclismo.it)

Piatto ricco. Telaio Deltabox. Versioni Race e GYTR. Yamaha ha già cessato la produzione della R6 omologata per la circolazione stradale, ma in pista la supersportiva 600 4 cilindri continua a vincere e quest’anno, con Dominique Aegerter, è arrivato il quinto titolo mondiale consecutivo nella classe Supersport. (inSella)

Yamaha presenta a EICMA il prototipo del Ténéré 700 Raid, costruito utilizzando al meglio i componenti GYTR (Genuine Yamaha Technology Racing). Al posteriore un disco oversize da 267 mm, nuova staffa di fissaggio della pinza e tubi freno in treccia (Dueruote)

EICMA 2021, le novità: Yamaha YZF-R6 Race e YZF-R6 GYTR

Per i colori del 2022, Yamaha ha attinto a una delle moto più iconiche della sua storia: la famosa RD350LC a 2 tempi dei primi anni '80. Nasce così la livrea della nuova XSR 700, l'interpretazione moderna di quello o schema cromatico, in bianco e blu che si mixa ad una combinazione di nero e oro (Motociclismo.it)

Omaggio alla celebre XT500 nata nel 1976, la Casa di Iwata lancia il nuovo modello urbano ma dal carattere off-road. Look in contrasto. Leggerissima, con appena 190 kg di peso in ordine di marcia, XTribute monta un telaio in acciaio compatto e minimale. (InMoto)

YZF-R6 GYTR. Per chi vuole andare oltre c'è la YZF-R6 GYTR, nata per accontentare chi desidera una moto pronto gara e già pronta per venire completata dalle componenti più prestanti e raffinate del kit Yamaha, GYTR appunto. (Moto.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr