Vaccini: in Sicilia appena 37 prime dosi AstraZeneca

il Fatto Nisseno ECONOMIA

Un trend che ormai dura da alcuni giorni e che testimonia la diffidenza dei siciliani rispetto al vaccino anglosvedese.

Sono state appena 37 le prime dosi di vaccino AstraZeneca somministrate oggi in Sicilia ad over 60 senza fragilita’, 1.900 le seconde dosi, e 116 quelle di Janssen di Johnson & Johnson.

I dati complessivi sulle vaccinazioni nell’Isola, pero’, fanno ben sperare perche’ alle 18 di oggi le somministrazioni hanno toccato quota 36mila, fanno sapere dall’assessorato regionale alla Salute, ed entro stasera dovrebbero sforare le 40mila

(il Fatto Nisseno)

Su altri giornali

In Gazzetta la determina Aifa che autorizza la 2ª dose con Pfizer o Moderna agli under 60 che hanno ricevuto la 1ª dose con il vaccino AstraZeneca. E’ stata pubblicata nella GU di ieri notte la determina a firma del Dg Aifa Magrini che recependo i pareri della CTS dell’Agenzia di qualche giorno fa dà il via libera all’uso di un vaccino diverso per la seconda dose. (Quotidiano Sanità)

Ieri in una Sestri Levante ancora sotto choc e ferma per lutto cittadino, si sono celebrati i funerali di Camilla La settimana prossima, in base a quanto emergerà, i pm decideranno se e quali medici sentire come persone informate sui fatti. (Liguria Notizie)

Prima il vaccino AstraZeneca era da somministrare esclusivamente a chi aveva meno di 55 anni. Non è, ad onor del vero, una sensazione nuova, ma in questo caso la caotica e delirante (appunto) gestione del vaccino AstraZeneca, ha superato ogni limite (Il Gazzettino)

Per il Lazio una possibilità di scelta che andrebbe considerata. “Quello che viene fuori dalla Regione Lazio sottintende un'altra verità molto comoda - ha proseguito Scotti - in tutti i casi in cui i cittadini si sono vaccinati con questi vaccini, la scelta rimane del paziente, la vaccinazione è volontaria (Quotidiano Sanità)

Diverse Regioni sono partite con questi open day, ma noi abbiamo guardato con orrore a tutto questo”. Non c’è stata una comunicazione molto limpida sulla questione, né linee decisionali dirette, e si è un po’ pagato nella fiducia dei cittadini che speriamo venga ritrovata presto. (triestecafe.it)

Vi sono infine alcune” persone “che, in maniera consapevole e informata, chiedono di completare il percorso vaccinale per l’immunizzazione con il medesimo vaccino, ovvero AstraZeneca. Insomma, se qualcuno si è sentito più tranquillo a cambiare tipologia di vaccino, come indicato dal ministero della Salute con il via libera dell’Aifa, altri preferiscono continuare con AstraZeneca. (Fortune Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr