In attesa della Bce trimestrali alla ribalta

Rai News ECONOMIA

Borse In attesa della Bce trimestrali alla ribalta. Condividi. di Marzio Quaglino Le borse europee partono caute, dopo i cali delle borse americane e asiatiche.

Il Brent del Mare del Nord scivola a 83,31 dollari al barile (-0,67%)

Sul listino di Piazza Affari sotto i riflettori i titoli delle società che presentano i conti del trimestre.

Male invece Telecom Italia (-5,50%) e Saipem (-6,10%).Sul mercato delle materie prime continua la discesa del petrolio. (Rai News)

Su altre fonti

È oramai chiaro che ci sono divergenze non solo tra il mercato e la BCE ma – forse più rilevanti – all’interno del Consiglio stesso Il mercato sta prezzando un rialzo dei tassi BCE entro la fine del 2022, molto prima di quanto le ultime previsioni o il tono stesso della BCE lascino intendere. (lamiafinanza)

A dirlo è il governatore della Banca centrale estone Madis Müller. (Tradotto da Luca Fratangelo in redazione a Danzica, in redazione a Milano Sabina Suzzi, [email protected], +48587696613) (Yahoo Finanza)

L'attenzione degli investitori resta concentrata sullee soprattutto sulle indicazioni sull'inflazione nell'Eurozona che arriveranno dalla presidente dell'Eurotower,Sul mercato valutario, stabile l', che continua la sessione sui livelli della vigilia e si ferma a 1,161. (Borsa Italiana)

In sostanza, a spingere nella direzione di un’unione monetaria completa dovrebbero essere i più ortodossi in politica monetaria Lagarde insiste su un punto: “Per sostenere la ripresa misure di bilancio mirate e coordinate dovrebbero continuare ad affiancare la politica monetaria”. (Il Sole 24 ORE)

Il 28 ottobre 2022 è una data che dovremo ricordare a lungo per la "non svolta" nella gestione della politica monetaria.La: nonostante abbia deciso di mantenere fermi i tassi di riferimento e di confermare la prosecuzione degliprevisti dalfino a marzo 2022, e comunque quelli del, per la prima volta dal maggio scorso, il: i mercati scommettono su un rialzo dei tassi. (Teleborsa)

È importante sottolineare che la BCE continua a sostenere che gli attuali driver dell’aumento dell’inflazione sono transitori. Forse il punto più interessante della riunione di ottobre della BCE è l’interazione tra la guidance della BCE e il suo outlook sull’inflazione rispetto alle aspettative del mercato sui tassi d’interesse. (Wall Street Italia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr