Nuovo digitale terrestre, 17 milioni di tv all'assalto delle discariche

Nuovo digitale terrestre, 17 milioni di tv all'assalto delle discariche
La Repubblica SCIENZA E TECNOLOGIA

Il passaggio al nuovo digitale terrestre non è imminente.

A partire da metà ottobre si procederà con una pre-transizione che non comporterà grossi cambiamenti per i telespettatori.

La rivoluzione è prevista a partire dal mese di giugno del 2022.

Non tutti però dovranno cambiare tv: in molti casi sarà sufficiente dotarsi di un apposito decoder e, chi ha acquistato un nuovo televisore in tempi recenti, è probabilmente già in possesso di un apparecchio predisposto

(La Repubblica)

Ne parlano anche altri giornali

Prende il via il nuovo bonus rottamazione TV fino a 100 euro destinato a chi vuole acquistare un nuovo apparecchio televisivo in vista del passaggio al nuovo digitale terrestre di seconda generazione, il DVB-T2, recentemente rimandato al 2023. (La Repubblica)

Dopo il passaggio dall’analogico al digitale terrestre tra il 2008 e il 2012, si avvia una nuova fase di modalità di trasmissione televisiva con la transizione al nuovo digitale terrestre di seconda generazione, il Dvb-T2. (La Repubblica)

Digitale terrestre, prove di switch off: la Rai comunica le date

Altrimenti sarà necessario comprare un nuovo televisore per continuare a vedere i 9 canali Rai che cambieranno codifica Canali RAI: cosa cambia e quando. La data scelta dalla Rai è quella del 20 ottobre 2021 (inizialmente era stato deciso il giorno del 15 ottobre, ma poi è stato cambiato). (Libero Tecnologia)

Il rinvio dello switch off relativo al nuovo Digitale terrestre ha fatto notizia. Salvi, per ora, i canali principali (Rai 1, Rai 2, Rai 3 e RaiNews24) (ContoCorrenteOnline.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr