Crollo da incubo in borsa per Evergrande: così l'immobiliare spaventa la Cina (e Xi)

ilGiornale.it ECONOMIA

Sembrava fosse uscita dall’incubo, e invece si materializzano nuovi problemi all’orizzonte per Evergrande. Il colosso immobiliare cinese, prima delizia e ora croce dell’economia della Cina, ha fatto registrare un nuovo tonfo in Borsa. I titoli dello sviluppatore immobiliare cinese più indebitato del mondo hanno ceduto quasi il 7% (-6,98%) dopo che la sua principale controllata sul mercato domestico, Hengda Real Estate, ha riferito in una comunicazione alla Borsa di Shenzhen di non aver pagato capitale e interessi di un bond da 4 miliardi di yuan (547 milioni di dollari) in scadenza il 25 settembre. (ilGiornale.it)

La notizia riportata su altre testate

Hui, il cui nome in mandarino è Xu Jiayin, è stato portato via dagli agenti agli inizi di settembre ed "è monitorato in un luogo designato", in uno stato di "sorveglianza domiciliare" che non comporta l'arresto o l'imputazione specifica di reati. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

PECHINO (Alto Adige)

– Evergrande ha sospeso oggi le contrattazioni sulle sue azioni alla Borsa di Hong Kong, insieme a quelle delle controllate attive nei servizi immobiliari (Evergrande Property Services) e nei veicoli elettrici (Evergrande Nev). (La Sicilia)

La Borsa di Hong Kong apre la seduta in leggero calo in scia alle incertezze di Wall Street e alle turbolenze legate al colosso immobiliare Evergrande che ha comunicato la sospensione dei titoli dalle contrattazioni per la seconda volta dal 2022, con un provvedimento che ha coinvolto anche le azioni delle controllate attive nei servizi immobiliari (Evergrande Property Services) e nei veicoli elettrici (Evergrande Nev): l'indice Hang Seng cede nelle prime battute lo 0,14%, scendendo a 17.587,08 punti. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Evergrande ha sospeso oggi le contrattazioni sulle sue azioni alla Borsa di Hong Kong, insieme a quelle delle controllate attive nei servizi immobiliari (Evergrande Property Services) e nei veicoli elettrici (Evergrande Nev). (Tiscali Notizie)

Economia Dal 24 al 26 agosto i banchieri centrali si riuniranno per fare il punto sulla politica monetaria. Fra i nodi dei tassi di interesse e di un'inflazione che galoppa, si impongono la “questione cinese” e la crisi del settore immobiliare cinese. (Sky Tg24 )

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr