Zaporizhzhia, "situazione fuori controllo"

Zaporizhzhia, situazione fuori controllo
Approfondimenti:
RSI.ch Informazione INTERNO

Nel 2021 la centrale di Zaporizhzhia forniva il 20% della produzione annua di elettricità del Paese e il 47% di quella di origine nucleare.

La centrale nucleare di Zaporizhzhia, la più grande di Europa, "è completamente fuori controllo".

Notiziario 11.00 del 04.08.2022 Centrale di Zaporizhzhia. Per saperne di più:. AP/pon. (articolo del 4 marzo)

L'area è tornata in mani ucraine a fine marzo e il 27 aprile, recandosi sul posto, il direttore generale parlava di situazione da "allarme rosso". (RSI.ch Informazione)

La notizia riportata su altri giornali

Bombardate nelle stesse ore anche Mykolaiv e Nikopol, nella regione di Dnipropetrovsk. L’amministrazione militare regionale del Donetsk fa sapere che, negli attacchi di ieri sulla regione tre civili sono rimasti uccisi: a Bakhmut, Marinka e Shevchenko. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

I lavoratori portati dai russi vengono evacuati in modalità accelerata - ROMA, 05 AGO - Esplosioni vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, a Energodar. (l'Adige)

- ROMA, 05 AGO - Esplosioni vicino alla centrale nucleare di Zaporizhzhia, a Energodar. I residenti della città scrivono sui social che gli occupanti russi stanno bombardando il territorio della centrale nucleare. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Guerra in Ucraina, attaccata fermata bus nel Donetsk: 8 morti, bimbi feriti. Amnesty: “Civili in pericolo a causa delle tattiche di Kiev”

Il leader militare ha spiegato che fino a questo momento il Cremlino aveva incolpato Washington di star conducendo solo “una guerra per procura” La triste notizia è stata riferita dal governatore della regione di Dnipropetrovsk, Valentyn Reznichenko. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

- ROMA, 05 AGO - Scatterà questa sera alle 23:00 ora locale (le 22:00 in Italia) un coprifuoco nella città di Mykolaiv, nell'Ucraina meridionale, che durerà fino alla mattina di lunedì prossimo: lo ha reso noto oggi il capo dell'amministrazione militare regionale, Vitaly Kim, secondo quanto riporta Unian. (La Gazzetta del Mezzogiorno)

Mikhail Podolyak, consigliere capo dell’ufficio di presidenza, ha spiegato che “Kiev aderisce rigorosamente a tutte le leggi di guerra e al Diritto umanitario internazionale“. Kiev: “Amnesty punta a screditarci e rallentare le forniture di armi”. (Il Quotidiano Italiano - Nazionale)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr