'Ndrangheta stragista, boss Graviano depone a Reggio: 'Anche dell'Utri tradito da Berlusconi'

'Ndrangheta stragista, boss Graviano depone a Reggio: 'Anche dell'Utri tradito da Berlusconi'
Il Lametino Il Lametino (Interno)

Reggio Calabria- "Anche Dell'Utri è stato tradito".

Lo ha detto l'ex boss Giuseppe Graviano deponendo in videoconferenza in Corte d'assise a Reggio Calabria nel processo "'Ndrangheta stragista" in merito ai suoi presunti rapporti con Silvio Berlusconi

Ne parlano anche altre fonti

Così Giuseppe Graviano, ex boss del mandamento palermitano di Brancaccio, ha risposto alle domande del pm di Reggio Calabria Giuseppe Lombardo sulla vicenda del concepimento del figlio durante la detenzione al 41 bis in occasione dell’udienza del processo 'ndrangheta "stragista" in corso in Corte d’assise a Reggio Calabria. (La Sicilia)

E alla fine mi hanno detto: ‘Ora le accuseremo per tutte le stragi d’Italia, da qui non uscirà più. Le leggi che ha fatto Berlusconi – ha spiegato – hanno danneggiato anche Dell’Utri, che è stato condannato”. (Zoom24.it)

C’erano soldi che mio nonno aveva consegnato a Silvio Berlusconi, all’inizio degli anni Settanta, si era stabilita la percentuale del 20 per cento da allora in poi». A parlare è il boss Giuseppe Graviano – condannato all’ergastolo per le stragi del 1992-1993 – durante il processo ‘Ndrangheta stragista a Reggio Calabria (Open)

“Avevo chiesto al mio compagno dell’ora d’aria, Umberto Adinolfi, di avvicinare persone vicine a Berlusconi per ricordargli il suo debito”. Graviano ha replicato: “Ha fatto leggi che hanno danneggiato anche lui e tutti i detenuti al 41 bis. (Silenzi e Falsità)

“Berlusconi ha tradito Dell’Utri” – La novità è che finalmente Graviano fa il nome di Marcello Dell’Utri. Quindi pronuncia una frase sinistra: “Berlusconi ha tradito anche Dell’Utri, ha danneggiato anche il signor Dell’Utri“. (Il Fatto Quotidiano)

Parole choc del boss mafioso Giuseppe Graviano. Tremavo, tremavo», questo aveva raccontato Giuseppe Graviano al compagno di cella, non sapendo di essere intercettato in carcere dai magistrati del processo «Trattativa Stato-mafia». (Il Messaggero)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr
Commenti