Insulti razzisti a un calciatore in Cisonese-San Michele Salsa (Prima Categoria Veneto), il capitano ritira la squadra

Insulti razzisti a un calciatore in Cisonese-San Michele Salsa (Prima Categoria Veneto), il capitano ritira la squadra
Eurosport IT SPORT

La Cisonese dal canto suo ha espresso solidarietà al calciatore offeso: “I giocatori e tutta la società esprimono la piene solidarietà al giocatore del San Michele Salsa e mi scuso pubblicamente per quanto successo.

L'increscioso episodio. Siamo intorno alla prima del primo tempo di Cisonese-San Michele Salsa, quando – come ricostruito dal portale Tuttocampo.it - dopo un chiarimento fra l’arbitro Ciprandi (della sezione di Treviso) e il calciatore del San Michele, Ousseynou Diedhiou per un presunto fuorigioco dagli spalti rieccheggia l’urlo indistinto di un tifoso che grida “Stai zitto, n. (Eurosport IT)

Se ne è parlato anche su altri giornali

È accaduto ieri a Cison di Valmarino (Treviso), nella sfida di Prima Categoria tra la Cisonese e il San Michele Salsa di Vittorio Veneto. Faraon, ex assessore allo sport, tesserato della Lega e fiduciario del Coni, aggiunge anche di non aver mai registrato in passato episodi analoghi contro Deidhiou, da tre stagioni nel San Michele Salsa (La Gazzetta dello Sport)

ischi ai giocatori di colore, l’episodio di razzismo è accaduto ieri durante l’incontro di Prima Categoria tra Cisonese e San Michele Salsa. La società locale ha segnalato come l’episodio è partito dal pubblico contro la volontà della squadra ospitante ed ha espresso la solidarietà al San Michele (Oggi Treviso)

Calcio: grave episodio nel match di prima categoria tra Cisonese e San Michele Salsa. A quel punto il capitano del San Michele Salsa ha invitato tutti i compagni di squadra ad abbandonare il campo. (TrevisoToday)

Da spalti insulti razzisti al calciatore, compagni escono dal campo: “Non ci importa della squalifica”

La Cisonese, dopo aver chiesto scusa al San Michele per quello che era successo, non ha rilasciato commenti su quanto accaduto In campo dovevano scendere due squadre con un bisogno disperato di punti: la Cisonese ne aveva uno solo dopo tre partite, il San Michele Salsa neanche quello. (La Tribuna di Treviso)

Stavolta però a fare la differenza sono stati gli stessi calciatori in campo, che hanno scelto di ritirarsi dal campo. Aggiunge Manuel Scottà del San Michele: “Mi è stato detto che un calciatore nero della Cisonese è uscito in lacrime dal loro spogliatoio e ci ha ringraziati per il coraggioso gesto“ (Calciopolis)

Ci assumeremo tutte le responsabilità, qualsiasi sia la decisione del Giudice sportivo". La decisione ha ricevuto il plauso di tutta la squadra ma anche dell'allenatore e del dirigente del San Michele che ha dichiarato: "I ragazzi in campo sono persone adulte, libere, intelligenti e mature. (Fanpage.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr