Furibonda rissa a colpi di sedie in piazza delle Erbe: un arresto

Furibonda rissa a colpi di sedie in piazza delle Erbe: un arresto
ilgazzettino.it INTERNO

n giovane di 26 anni, di Pozzuoli (Napoli) è stato arrestato dalla Polizia per una furibonda rissa scoppiata ieri sera, sabato 30 aprile, a colpi di sedie in un bar in piazza Erbe, nel centro di Verona.

Una volta in Questura il 26enne ha continuato a tenere un comportamento minaccioso e aggressivo, finché gli sono state formalizzate le accuse.

Completamente ubriaco, si era allontanato dal luogo della rissa ma è stato individuato dai poliziotti che lo hanno dovuto accompagnare al Pronto soccorso perché era ferito: i medici lo hanno dimesso con una prognosi di otto giorni. (ilgazzettino.it)

Ne parlano anche altri giornali

Ma è una frase soprattutto che dev’essere approfondita, quell’inquietante: «Sono della ’ndrangheta, ve la farò pagare sbirri figli di.». In questura è stato portato anche l’aggredito, un venticinquenne di Termoli, in provincia di Campobasso, cui è stata strappata la polo, e si è riservato di presentare denuncia. (L'Arena)

Il primo cittadino scaligero ha quindi rivolto un pensiero di gratitudine alle forze dell'ordine: «Ringrazio gli agenti della Polizia di Stato, Locale e dei Carabinieri per il pronto intervento, che ha evitato il peggio, facendo l’immediata identificazione e il fermo dei responsabili». (VeronaSera)

Il giovane è accusato di lesioni finalizzate alle resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale (anteprima24.it)

Rissa a colpi di sedie in un bar di Verona/ Video 26enne ubriaco ferito e arrestato

Il giovane arrestato è accusato di lesioni finalizzate alla resistenza a pubblico ufficiale, oltraggio e minacce a pubblico ufficiale. Una volta in Questura il 26enne ha continuato a tenere un comportamento minaccioso e aggressivo, finché gli sono state formalizzate le accuse. (Il Quotidiano del Molse)

Il processo è fissato per domani con rito direttissimo Il giovane è stato quindi scortato in Questura e, una volta lì, ha continuato a tenere un comportamento minaccioso e aggressivo nei confronti delle forze dell’ordine, finché gli sono state formalizzate le accuse. (il Resto del Carlino)

Bambini strappati a madri straniere/ Corte europea condanna l'Italia: "Troppi casi". RISSA A VERONA: TRE PERSONE IN QUESTURA. La rissa scoppiata ieri a Verona, all’esterno di un bar situato in centro città, come dicevamo non ha ancora un vero e proprio motivo alla sua base (pare una lite tra due ragazzi, ma sono ignote le cause che l’hanno generata). (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr