Roma, ipotesi piazze a numero chiuso e vie dello shopping transennate in vista del Natale

Roma, ipotesi piazze a numero chiuso e vie dello shopping transennate in vista del Natale
Il Messaggero INTERNO

Allo studio anche per Roma le misure di sicurezza in vista di un altro Natale in epoca Covid.

Se ne discuterà nelle prossime riunioni del Comitato provinciale per l'ordine e la sicurezza.

Tra le ipotesi sul tavolo, secondo quanto si apprende, potrebbero esserci transennamenti nelle principali vie dello shopping e accessi contingentati nelle piazze più frequentate della Capitale, come già avvenuto l'anno scorso

(Il Messaggero)

La notizia riportata su altri media

Le misure anti-Covid riguarderanno in particolare le aree dello shopping e quelle ad alta densità di locali e ristoranti in vista delle festività natalizie. La prefettura di Roma sta valutando, inoltre, con la Regione Lazio l'invito ai sindaci affinché raccomandino alla popolazione di indossare la mascherina negli spazi aperti in caso di assembramenti (Adnkronos)

− «Serie tv» FILM O SERIE TV? (Inter-News)

I nuovi provvedimenti dovrebbero scattare già nella prima settimana di Natale in modo che siano rodati per la prima festa di dicembre, quella dell’Immacolata Ma è il Natale, con le settimane che lo precedono, e la concomitanza con l’impennata dei nuovi casi di Covid, l’obiettivo principale. (Corriere Roma)

Covid Natale Roma, obbligo mascherina nelle strade dello shopping

Un modello di prevenzione degli assembramenti e del rischio di contagio da Covid già utilizzato lo scorso anno, che interesserà le vie commerciali, soprattutto in centro storico e in zona Prati e San Pietro, e alcune zone della movida. (Corriere Roma)

Di fatto torneranno i percorsi anti assembramenti nelle strade dello shopping, controllati dalle forze dell'ordine che utilizzeranno le transenne per contingentare le piazze. (RomaToday)

Ma l’attenzione delle forze dell’ordine rimane alta, anche perché dai social rimbalzano iniziative di vario genere Per il momento non è previsto il coinvolgimento dei militari dell’Esercito impegnati nell’operazione «Strade sicure», che invece erano stati incaricati della vigilanza sullo shopping natalizio nel 2020. (Corriere Roma)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr