Stop auto termiche in Europa, qualcuno vuole posticipare al 2040

Stop auto termiche in Europa, qualcuno vuole posticipare al 2040
Automoto.it INTERNO

L'Italia ha proposto, in vista della riunione del Consiglio dell'ambiente Ue, di posticipare lo stop delle auto endotermiche dal 2035 al 2040. Lo stop delle auto endotermiche nel 2035 ha portato preoccupazione alle case automobilistiche, ai paesi e soprattutto ai cittadini.

L’obiettivo dell’Italia è quello di ottenere delle modifiche al testo sui veicoli commerciali, i biocarburanti e le produzioni di nicchia

A Bruxelles, a quanto pare, alcuni paesi tra cui l’Italia insieme a Bulgaria, Portogallo, Romania e Slovacchia hanno proposto un documento dove poter posticipare l’eliminazione dei motori endotermici dal 2035 al 2040 ed è stata proposta anche la riduzione delle emissioni di CO2 del 90%, invece che del 100%. (Automoto.it)

Ne parlano anche altri giornali

Ma Orlando frena: «Possiamo chiedere più risorse per mantenere la tabella di marcia, ma mi sembra molto difficile sovvertirla, questo è un comparto che affronta una transizione difficile, il tema è: la transizione dà benefici a tutta l’Ue, ma i costi sono diversi, si deve lavorare per far sì che questi costi stiano ripartiti adeguatamente». (Corriere della Sera)

E poi il ministro della transizione ecologica Roberto Cingolani che sembra avere un approccio pragmatico. Le auto elettriche »con la spina« sono invece salite a quasi 137mila nel 2021, raggiungendo quota 9,4% del totale. (Il Messaggero - Motori)

Una percentuale però ancora molto lontana dal 26% della Germania, dal 18,6% del Regno Unito e dal 18,3% della Francia. La Uilm sottolinea come l'Italia abbia già accumulato troppo ritardo, proponendo incentivi all'acquisto di auto elettriche e la creazione di una Agenzia degli approvvigionamenti. (Avvenire)

Auto, l’Italia chiede una deroga allo stop alla benzina nel 2035

Restano, però, forti resistenze, tra cui quelle di Italia e Germania. La causa: il blocco, in un porto cinese, degli strumenti per produrre batterie, problema che tocca maggiormente la fabbrica americana (ilGiornale.it)

L’Italia è pronta a frenare sullo stop alla vendita delle auto diesel e benzina al 2035. Anche all’interno della maggioranza c’è chi si dice contrario a questo appello, come i Cinque Stelle che ritengono assurda una deroga al 2035 ma dall’altro lato ci sono le case automobilistiche e la filiera che chiedono unite a gran voce un intervento deciso (FormulaPassion.it)

Però intanto bisogna fornire i dati e cercare di convincerli che ci sono diversi metodi paralleli per raggiungere l’obiettivo primario». L’obiettivo sarebbe far scendere il target di riduzione di CO2 delle auto dal 100 al 90%. (Il Sole 24 ORE)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr