Maxi blitz anti-droga al Parco Verde di Caivano: 40 arresti. Le dosi consegnate da ragazzini

Maxi blitz anti-droga al Parco Verde di Caivano: 40 arresti. Le dosi consegnate da ragazzini
Fanpage.it INTERNO

Nello specifico, nei confronti di ventiquattro soggetti è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre nei confronti di ulteriori sedici soggetti è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari.

Cinquantacinque le misure cautelari emesse dal Gip del Tribunale di Napoli, con 40 arresti.

Dalle indagini è emerso che la droga veniva venduta per telefono e consegnata da corrieri incensurati e spesso minorenni. (Fanpage.it)

La notizia riportata su altri giornali

Lo stupefacente veniva affidato per la consegna a soggetti incensurati o comunque di giovane età, in alcuni casi anche minorenni, e sempre in piccole quantità in modo da avere meno problemi con le forze dell’ordine. (Il Giornale di Caivano)

E una delle centrali dello spaccio era il Parco Verde di Caivano, una zona purtroppo tristemente nota. Perché è qui, nel parco degli orrori, che nel 2014 morì Fortuna Loffredo, la bimba che secondo la ricostruzione ufficiale degli inquirenti è stata lanciata nel vuoto dallo stesso palazzo dove poco più di un anno prima era precipitato un altro bambino, Antonio Giglio di 4 anni. (Corriere del Mezzogiorno)

La marijuana era già divisa in dosi e pronta alla vendita. (LaPresse) Tre arresti e un sequestro da oltre sette chili di droga, duarnte i controlli contro lo spaccio a Cagliari e provincia. (LaPresse)

Caivano, smantellata la più grande piazza di spaccio del Sud. Quaranta arresti

È Cira Migliore, ha documenti e corpo femminile. Ciro è un ragazzo trans, ma per la giustizia italiana che sul genere si riferisce solo ed esclusivamente ai documenti, egli è Cira Migliore. (Fanpage.it)

Antonio era contrario alla relazione tra Ciro e sua sorella, e ha inseguito la coppia speronandola (entrambi su scooter). Nello specifico, nei confronti di ventiquattro soggetti è stata disposta la custodia cautelare in carcere, mentre nei confronti di ulteriori sedici soggetti è stata disposta la misura cautelare degli arresti domiciliari (Il Riformista)

I carabinieri del Comando provinciale hanno dato esecuzione a un’ordinanza cautelare nei confronti di 55 persone. Ma anche attraverso perquisizioni e ispezioni sfociate in sequestri di sostanze stupefacenti ed arresti in flagranza di reato. (Teleclubitalia.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr