Elezioni in Cile, il ballottaggio è una sfida tra i fantasmi del Novecento

Elezioni in Cile, il ballottaggio è una sfida tra i fantasmi del Novecento
Più informazioni:
Domani ESTERI

Il fantasma di Augusto Pinochet consegnato agli atti delle tragedie del Novecento e il paese finalmente pronto all’alternanza di potere senza traumi.

Quel sistema ha portato la gran parte del pensionati cileni a ricevere assegni da fame.

L’economia sarà al centro dei prossimi duelli televisivi e, contrariamente a quello che tutti hanno immaginato dieci anni fa, i fantasmi del Novecento guideranno ancora la mano dei cileni nell’urna

Meno di due punti percentuali separano adesso le due visioni del Cile, il piccolo vantaggio che Kast ha preso su Boric al primo turno di domenica scorsa. (Domani)

Ne parlano anche altre fonti

In Cile venezuelani e peruviani, la prima e seconda comunità straniera più numerosa, in tutto 400mila persone, potranno esprimere la loro preferenza. Boric, leader millenial, ha alle spalle un percorso da attivista di sinistra e adesso detiene il titolo di candidato alle presidenziali più giovane della storia politica cilena. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

Presidenziali Cile, il voto dei protagonisti. Alle urne anche per il Congresso e le Regioni. Condividi. Domenica elettorale in Cile per le presidenziali e il rinnovo del Congresso (l'intera Camera e circa metà del Senato). (Rai News)

SECONDO José Miguel Santa Cruz, analista politico, accademico ed editore Sono sette i candidati che concorrono, nel voto di oggi, per sedere a La Moneda. (Il Manifesto)

Risultati Elezioni Cile: ballottaggio Kast-Boric/ Destra in vantaggio il 19 dicembre

(Andres Pina/Aton Chile via AP). Eppure, anche vincendo il primo turno, il cammino verso la presidenza di Kast non appare semplice. L’origine della svolta. La svolta ha origine in realtà nell’ottobre del 2019, quando il Cile è stato colto di sorpresa dal cosiddetto “estallido (esplosione) social”. (Domani)

La vittoria di Boric sembrava certa fino a pochi mesi fa, quando nella corsa per la presidenza era entrato Kast. Al termine del primo turno delle elezioni presidenziali cilene, la situazione è quella che tutti gli osservatori internazionali temevano. (Rolling Stone Italia)

Il prossimo 19 dicembre sarà il ballottaggio a determinare vincitori e vinti nelle Elezioni Presidenziali in Cile: i risultati del primo turno hanno infatti registrato il vantaggio del candidato della destra radicale José Antonio Kast (Fcs-Partito Repubblicano) al 28,01% delle preferenze. (Il Sussidiario.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr