Covid in Piemonte, oggi quasi 19 mila casi e 13 morti. Migliorano i pazienti più piccoli

Covid in Piemonte, oggi quasi 19 mila casi e 13 morti. Migliorano i pazienti più piccoli
La Repubblica INTERNO

Sfiorano di nuovo quota 20 mila i casi di contagio giornalieri in Piemonte.

Migliorano le condizioni dei tre bambini affetti da Covid, ricoverati al reparto di terapia intensiva dell'ospedale Regina Margherita di Torino

Dall'inizio della pandemia in Piemonte - secondo i dati dell'Unità di crisi della Regione - il totale dei casi positivi diventa 628.232, i decessi 12.191, i casi di guarigione 465.356. (La Repubblica)

La notizia riportata su altri giornali

Regione Piemonte, Unità di Crisi: i ricoverati in terapia intensiva sono 146 (-1 rispetto a ieri). Il totale diventa quindi 12.225 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi per provincia: 1.614 Alessandria, 739 Asti, 459 Biella, 1.500 Cuneo, 978 Novara, 5.858 Torino, (+1) 565 Vercelli, 390 Verbano-Cusio-Ossola, oltre a 65 residenti fuori regione ma deceduti in Piemonte. (La Sesia | Cronaca)

Zona gialla. Il Piemonte si conferma dunque in zona gialla, nonostante fino a pochi giorni fa avesse numeri da zona arancione. I dati. Nella settimana 3-9 gennaio in Piemonte il numero dei nuovi casi e dei focolai è cresciuto. (Cuneodice.it)

Nella settimana 3-9 gennaio in Piemonte il numero dei nuovi casi e dei focolai cresce, come nel resto del territorio nazionale. Il tasso di occupazione dei posti letto di terapia intensiva è del 23,2% e quello dei posti letto ordinari è del 28,4%. (newsbiella.it)

Vaccino ai piccoli, siamo penultimi. E il Piemonte resta in zona gialla

Nella settimana 3-9 gennaio in Piemonte il numero dei nuovi casi e dei focolai cresce, come nel resto del territorio nazionale. In particolare 500 nuovi posti sono frutto della collaborazione con il sistema sanitario privato e gli altri della riorganizzazione nelle aziende sanitarie previste dal nostro piano pandemico (NovaraToday)

Il Piemonte resta in zona gialla, l’assessore alla Sanità Luigi Genesio Icardi: "Restiamo in zona gialla osservando negli ultimi giorni un rallentamento della crescita dei nuovi casi, segnale positivo e indicativo dell’avvicinamento al plateau". (Prima il Canavese)

Peggio del Piemonte, fanno solo le Marche. Intanto, nonostante l’evoluzione della quarta ondata, il Piemonte resta ancora zona gialla. (Corriere della Sera)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr