Draghi tra i 100 "più influenti" del Time: è l'unico italiano

Draghi tra i 100 più influenti del Time: è l'unico italiano
inItalia ECONOMIA

La battaglia di Mario Draghi per salvare l’Euro – ed un’Europa unita – è appena iniziata”.

Oggi Mario Draghi entra nuovamente nella lista degli uomini più influenti del mondo, in una rinnovata veste di politico che lo consegna definitivamente all’élite mondiale – non più soltanto come illustre economista

Il Presidente del Consiglio dei Ministri Mario Draghi è stato inserito nella lista delle 100 persone più influenti del mondo. (inItalia)

La notizia riportata su altri giornali

La nota rivista statunitense ha inserito il premier in classifica per la terza volta. (LaPresse) – Mario Draghi tra i 100 del Time, per la terza volta: il premier è l’unico italiano a essere inserito, nella sezione dei ‘leaders’, nell’elenco delle 100 personalità selezionate dalla nota rivista statunitense. (LaPresse)

Lei alla guida della Federal Reserve, lui al timone della Banca centrale europea. Perché Draghi è stato inserito tra i 100 di Time. Confidiamo però che qualcuno apra gli occhi almeno sulle motivazioni che hanno portato all’inserimento di Draghi nella lista del Time. (Il Primato Nazionale)

All'epoca ero alla Federal Reserve e mi sentivo particolarmente grata di avere un partner come Mario dall'altra parte dell'Atlantico, qualcuno con una profonda esperienza e un contegno costante. (Rai News)

La distanza abissale tra Draghi ei politici italiani: il suo “whatever it takes” applicato al Covid

Così il ministro del Tesoro americana, Janet Yellen, nel ritratto riservato al presidente nel Consiglio su Time che l'inserisce, unico italiano, nella lista dei suoi "100 più influenti", nel settore leader, insieme, tra gli altri, a Joe Biden e Xi Jinping. (Adnkronos)

L’unico italiano inserito nella lista dei 100 uomini più influenti del mondo — i cosiddetti «leaders», secondo la rivista statunitense Time — è Mario Draghi. Questa volta da presidente del Consiglio italiano». (Corriere della Sera)

In altre parole, il green pass diventerà obbligatorio per lavoratori pubblici e privati, perché è una di quelle di cose che vanno fatte La distanza in termini di autorevolezza e credibilità tra i protagonisti della scena politica italiana e il presidente del Consiglio appare incolmabile. (LaC news24)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr