Altro che Evergrande, in Cina è di nuovo allarme contagi da Covid. O da taper?

Money.it ECONOMIA

Cosa accadrebbe al Pil globale, a fronte di un indebitamento pubblico/privato anch’esso da record assoluto, appare sufficientemente intuitivo

Nel giorno in cui Evegrande annunciava la ripresa dei lavori relativi a 10 progetti infrastrutturali messi in stand-by a causa della crisi di liquidità, la Cina lanciava un altro allarme.

Se così fosse, si tratterebbe del dato peggiore da 30 anni questa parte, fatto salvo il 2,3% del 2020. (Money.it)

Su altri giornali

La società cinese ha sperimentato inquietudine e insicurezza. Yu è stato membro del comitato di politica monetaria della Banca popolare cinese e presidente della Società Cinese di Economia Mondiale. (L'AntiDiplomatico)

L’attenzione ora si rivolge alla fine di un periodo di grazia che pende su un’altra obbligazione in dollari che Evergrande deve onorare alla fine di questa settimana. Pagamento provvidenziale. Due detentori del bond in dollari dell’8,25% con scadenza marzo 2022 hanno ricevuto il pagamento dovuto. (Il Sole 24 ORE)

Tuttavia bisogna ricordare che Evergrande, salvo alcuni prototipi mostrati, non ha prodotto una singola auto dal 2019, anno di fondazione del business elettrico (FormulaPassion.it)

L'indice di riferimento di Hong Kong avanza dello 0,03%. Evergrande è salita fino al 6%, mentre China Evergrande New Energy Vehicle Group Ltd è balzata fino a +17%, sebbene entrambi i titoli abbiano in seguito ridotto i guadagni. (Investing.com)

Intanto il colosso immobiliare Evergrande, dopo aver effettuato il pagamento di una cedola in dollari venerdì scorso, 24 ore prima del default, ne deve rimborsare un altro il 29 ottobre. Bank of America e Citigroup hanno lanciato l'avvertimento che l'espansione quest'anno sarà inferiore all'8,2% previsto da un consenso di economisti. (Milano Finanza)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr