Iran, uccisione di Soleimani: mandato d'arresto per Trump

Iran, uccisione di Soleimani: mandato d'arresto per Trump
Gazzetta del Sud Gazzetta del Sud (Esteri)

Il presidente Donald Trump è in cima alla lista e continuerà a essere perseguito anche al termine del suo mandato presidenziale».

L’Iran ha emesso mandati d’arresto per 36 cittadini di Stati Uniti e altri Paesi, incluso il presidente americano Donald Trump, con l’accusa di aver ordinato, preparato o attuato l’uccisione il 3 gennaio scorso a Baghdad del generale Qassem Soleimani, comandante delle forze Qods dei Pasdaran

La notizia riportata su altre testate

Sessantadue anni, Soleimani è stato ucciso a Baghdad nel gennaio scorso tramite un attacco dal cielo: era il capo della squadra d'elite per le operazioni più segrete, e soprattutto uomo chiave del regime degli ayatollah. (RSI.ch Informazione)

«La magistratura iraniana ha emesso una "allerta rossa" all'Interpol per le 36 persone ricercate, che sono figure politiche e militari. Queste persone - ha dichiarato il procuratore di Teheran - sono condannate per "omicidio" e "terrorismo". (Ticinonline)

Il presidente Donald Trump è in cima alla lista e continuerà a essere perseguito anche al termine del suo mandato presidenziale”. Lo ha annunciato il procuratore di Teheran, Alghasi Mehr, citato dalla Fars. (L'HuffPost)

Il presidente Donald Trump è in cima alla lista e continuerà a essere perseguito anche al termine del suo mandato presidenziale". L'uccisione del generale Qassem Soleimani. L'uccisione di Qassem Soleimani, il generale iraniano potente capo delle Forze al-Quds, risale all'inizio di gennaio 2020. (Fanpage.it)

"Teheran chiederà nei prossimi giorni all'Interpol di intervenire per l'arresto del capo della Casa Bianca", riferiscono le agenzie stampa iraniane. Lo riportano i media locali. (AGI - Agenzia Giornalistica Italia)

L'accusa di aver ordinato, preparato o attuato l'uccisione il 3 gennaio scorso a Baghdad del generale. L'Iran ha emesso mandati d'arresto per 36 cittadini di Stati Uniti e altri Paesi, incluso il presidente americano Donald Trump, con l'accusa di aver ordinato, preparato o attuato l'uccisione il 3 gennaio scorso a Baghdad del generale Qassem Soleimani, comandante delle forze Qods dei Pasdaran (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr