Tennis, Matteo Berrettini: "Le urla di Djokovic mi hanno fatto piacere. Sinner e Musetti? Anche gli altri contano"

Tennis, Matteo Berrettini: Le urla di Djokovic mi hanno fatto piacere. Sinner e Musetti? Anche gli altri contano
OA Sport SPORT

Match molto teso come palesato dalla reazione di Nole quando è calato il sipario: “Non mi aspettavo le urla di Djokovic, ma mi ha fatto piacere.

Ammetto che questa disparità di trattamento, in termini di considerazione, tra loro e gli altri giocatori italiani un po’ mi infastidisce.

Vedo quello che fa Lorenzo Sonego, per fortuna ne abbiamo anche altri, ma sembra quasi che non conti nulla“

Risultati, dunque, inusuali per la tradizione italica che, probabilmente, sarà riscritta da Berrettini e dal resto della truppa tricolore, qualitativa come non era mai stata in tempi recenti. (OA Sport)

Su altri media

A seguito di questo inatteso slittamento, Musetti non potrà allenarsi come avrebbe voluto (e dovuto) per preparare l’importantissimo torneo di Wimbledon. Nessuno l’ha fatto apposta, ma si è data per scontata la presenza del presidente di commissione il 16 giugno. (Ubi Tennis)

Djokovic-Berrettini di ieri, giovedì 9 giugno, valida per i quarti di finale del Roland-Garros, è stata la seconda partita di singolare maschile più vista su Eurosport dopo Cecchinato-Thiem, semifinale del Roland Garros 2018. (LiveTennis.it)

Lui è un giocatore di talento, serve benissimo, varia molto ed è difficile giocarci contro. Cosa c’è dietro l’urlo liberatorio di Djokovic alla fine della partita con Berrettini, che non è piaciuto a molti? (Tennis Fever)

Roland Garros Juniores: quattro francesi in semifinale nel torneo maschile

Fra i due esiste solo un precedente: alle Atp Finals del 2019 dove il serbo vinse nettamente. 20.09 Nel secondo game risponde bene Matteo con il servizio e si porta l’1-1. 20.05 Primo game ai vantaggi, Nole firma due ace. (Corriere della Sera)

10 Giugno 2021. "Alla ripresa avevo le gambe di marmo", il rammarico di Berrettini. Per finire, uno sguardo verso i prossimi tornei alla luce dei progressi mostrati: "Sono ancora giovane, è il mio secondo quarto di finale Slam e non voglio fermarmi qui. (Sportal)

A cinque anni dall’ultima volta, sarà nuovamente un tennista transalpino a trionfare nella prestigiosa manifestazione di Grado A che si disputa in contemporanea allo Slam dei professionisti: la certezza si è avuta questo pomeriggio, visto che dai quarti di finale sono stati promossi esclusivamente giocatori di casa. (LiveTennis.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr