Thailandia, incendio in una discoteca: 13 morti

Thailandia, incendio in una discoteca: 13 morti
Più informazioni:
Il Giornale d'Italia ESTERI

Ha provocato - secondo quanto riferito dai soccorritori locali - almeno 13 morti e 40 feriti.

Il disastro si è verificato in una notte di movida nel Distretto di Sattahip

Si è trattato di un rogo nella discoteca Mountain B, vicino alla città turistica di Pattaya, a sud-est di Bangkok.

Violento incendio in una discoteca in Thailandia: un VIDEO CHOC mostra le fiamme circondare l'edificio.

(Il Giornale d'Italia)

Su altre fonti

Secondo quanto emerso finora, tutte le vittime sarebbero cittadini thailandesi. I vigili del fuoco hanno tentato di domare le fiamme per oltre due ore, riferisce la Bbc (Open)

I corpi delle vittime sono stati per lo più ritrovati vicino all’ingresso e nei bagni. I vigili del fuoco hanno combattuto per più di due ore per tenere sotto controllo l'incendio. (Fanpage.it)

Incendio Thailandia in una discoteca: le parole del colonnello della polizia. Sulla vicenda è intervenuto ai microfoni della CNN il colonnello della polizia, Wutipong Somjai, il quale ha comunicato che l’incendio è avvenuto durante un concerto dal vivo all’interno del locale thailandese “Mountain B”. (Tag24)

Thailandia, tragico incendio in discoteca

Altre 41 sono rimate ferite e ustionate nel rogo che si è sviluppato, per cause ancora da accertare, all'interno di una discoteca di Sattahip, nel sud della Thailandia. Dopo ore di lavoro per spegnere il rogo, le autorità hanno isolato la struttura, che potrebbe crollare, secondo Nation Multimedia. (ilmattino.it)

(LaPresse) Ragazzi che scappano dal fumo e dal fuoco che sta divorando la discoteca e c'è chi esce avvolto dalle fiamme. Il sospetto è che le fiamme siano partite da un corto circuito. (ilgazzettino.it)

Come riportato dal Bangkok Post, alcuni testimoni hanno dichiarato di aver sentito due esplosioni vicino alla postazione del deejay. È accaduto vicino alla città turistica di Pattaya, a sud-est di Bangkok. (L'Unione Sarda.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr