Figuccia contro la zona rossa: "Si pensi ai ristori"

Figuccia contro la zona rossa: Si pensi ai ristori
Live Sicilia INTERNO

Solo in questi termini, elimineremo le inefficienze del sistema e usciremo in modo fattivo dall’emergenza”

Zona rossa: la Lega promette battaglia.

“In nome di uno scellerato patto di irresponsabilità Palermo torna in zona rossa.

Così Vincenzo Figuccia deputato della Lega all’Ars e coordinatore provinciale del partito a Palermo.

Oltre i silenzi-assensi, va fatta un’azione forte innanzi al governo nazionale, vanno immediatamente stanziate, sia pure attraverso una variazione di bilancio, risorse ingenti e immediate nei confronti di tutte quelle attività che stanno chiudendo nelle varie zone rosse della Sicilia (Live Sicilia)

Su altre testate

Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, con propria ordinanza ha prorogato le fino al 14 aprile compreso le misure per la “zona rossa” nei Comuni di Caltanissetta, Caltavuturo in provincia di Palermo, Palma di Montechiaro nell'Agrigentino e Scicli, in provincia di Ragusa. (Giornale di Sicilia)

La riunione è stata l’occasione per fare il punto su tutta la provincia. Caltanissetta. (quotidianodigela.it)

. Il presidente della Regione Siciliana, Nello Musumeci, con propria ordinanza ha prorogato le misure per la “zona rossa” nei Comuni di: Caltanissetta, Caltavuturo in provincia di Palermo, Palma di Montechiaro nell’Agrigentino e Scicli, in provincia di Ragusa fino al 14 aprile compreso. (Sicilianews24)

Caltanissetta, le scuole chiudono fino al 14

“C’è ancora troppa gente in giro, nessun contingentamento e controlli sono veramente blandi – ha proseguito il Presidente Nicoletti -. Incontrerà il Prefetto che ancora noi sigle sindacali non abbiamo avuto il piacere di incontrare ed esporrà tutta la situazione. (il Fatto Nisseno)

Nelle ultime 24 ore, in provincia di Caltanissetta, riscontro di 44 pazienti positivi al SARS CoV-2, tutti in isolamento domiciliare: 19 pazienti di Mazzarino, 10 di Gela, 7 di Niscemi, 6 di Caltanissetta, 1 di San Cataldo e 1 di Mussomeli. (il Fatto Nisseno)

Ho applicato la facoltà di deroga concessa dal dl Draghi in quanto risulta chiaro ed evidente l'alto numero di contagi in città, la variante inglese è all'80% e ci sono focolai all'interno delle scuole", dice. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr