Afghanistan, Borrell: situazione al collasso, un milione di bambini rischia di morire

Afghanistan, Borrell: situazione al collasso, un milione di bambini rischia di morire
Per saperne di più:
Notizie - MSN Italia ESTERI

Lo ha detto l'Alto rappresentante per la politica estera Ue, Josep Borrell, a margine della videoconferenza informale dei ministri dello Sviluppo.

Secondo il Norwegian Refugee Council, almeno 1 milione di bambini rischiano di morire di freddo e fame questo inverno, a meno che non ottengano l'assistenza adeguata.

L'intervista andrà in onda nella puntata di Settestorie speciale G20 sull'Afghanistan, in onda questa sera su Rai 1 alle 23:40

Fornito da Rai News Talebano, Kabul, Afghanistan (AP Photo/Felipe Dana). (Notizie - MSN Italia)

Su altri media

Protagonista la sua proprietaria, una ragazza di 20 anni, che da allora ha trovato rifugio in Francia. In fuga dall'aeroporto di Kabul nelle drammatiche ore della presa di potere dei Talebani, la giovane donna ha lottato con tutte le sue forze per portarlo in salvo con sé. (Rai News)

I suoi uffici offrono una serie di servizi che coprono progetti governativi, istituzionali, di ospitalità e di restauro del patrimonio “Le donne e le ragazze dovrebbero essere al centro dell’attenzione”, ha detto. (Farodiroma)

Non vogliamo interferire con gli affari interni di nessun Paese, e ci aspettiamo che gli altri Paesi non interferiscano con i nostri". "L'Afghanistan ha inviato il messaggio" di voler instaurare "relazioni positive con il mondo interno. (RagusaNews)

afghanistan da tutelare difendendo i valori umani

(LaPresse) – Domani un gruppo di rappresentanti/inviati speciali statunitensi ed europei per l’Afghanistan incontrerà i rappresentanti del “governo ad interim” a Kabul. Si tratta di uno scambio informale a livello tecnico. (LaPresse)

Talebani: “Vogliamo relazioni positive con tutti”. L’Afghanistan ha inviato il messaggio” di voler instaurare “relazioni positive con il mondo interno. Non vogliamo interferire con gli affari interni di nessun Paese, e ci aspettiamo che gli altri Paesi non interferiscano con i nostri”. (T-mag)

Che hanno entrambi legittimità e giustificazione, ferma restando solo l’esigenza di non confondere gli uni con gli altri. Non si tratta di voler “esportare la democrazia” a tutti i costi, anche là dove sembra non possa attecchire (il mattino di Padova)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr