Scelti i finalisti del Premio Amnesty International Italia

Scelti i finalisti del Premio Amnesty International Italia
Fulldassi.it ESTERI

Lo scorso 27 marzo sono stati resi noti i brani e i relativi artisti, scelti come finalisti per il Premio Amnesty International Italia 2021.

I temi delle canzoni presentate devono essere inerenti ai valori di Amnesty e focalizzati su uno dei diritti elencati dalla Dichiarazione Universale dei diritti umani.

Oltre al Premio per i big della canzone è stata creata una sezione dedicata agli esordienti. (Fulldassi.it)

Su altre testate

Covid 19, la denuncia di Amnesty: “La pandemia ha colpito i più vulnerabili”. Sono stati i gruppi già maggiormente vulnerabili, tra cui le donne e i rifugiati, a subire l’impatto devastante della pandemia. (La Difesa del Popolo)

Emanuele Russo, presidente di Amnesty International Italia, inizia così la presentazione online del “Rapporto annuale sui diritti 2020-2021 – La pandemia ha conseguenze devastanti per i diritti umani”, che prende in esame 149 Paesi. (Corriere della Sera)

Filo rosso tra situazioni molto diverse: il Covid-19 ha colpito più duramente i gruppi sociali marginalizzati già prima del virus. «Tempi senza precedenti obbligano a dare risposte senza precedenti e richiedono leadership fuori dal comune», scrive nell’introduzione Agnès Callamard, segretaria generale di Ai (Il Manifesto)

La pandemia comprime i diritti umani, ma solo i diritti umani indicano l'uscita | il manifesto

L'organizzazione ha sottolineato come in molti Paesi le norme di restrizione per prevenire il contagio da coronavirus abbiano aumentato le disuguaglianze nelle fasce più deboli della popolazione come migranti e minoranze, calpestando sotanzialmente i diritti umani. (iLMeteo.it)

Sono stati i gruppi già maggiormente vulnerabili, tra cui le donne e i rifugiati, a subire l’impatto devastante della pandemia. In Bangladesh, a causa del lockdown e del coprifuoco, molti lavoratori del settore informale sono rimasti senza reddito né protezione sociale. (Romasette.it)

È quanto emerge dal rapporto 2020-2021 sui diritti umani presentato oggi da Amnesty International, che descrive “un mondo in preda al caos, con i sistemi sociali, politici ed economici a pezzi”. Diritti umani: Amnesty, “pandemia utilizzata come arma, mondo in preda al caos. (La Difesa del Popolo)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr