Terremoto ad Haiti, oltre 1.400 vittime: “Situazione straziante” - L'Unione Sarda.it

L'Unione Sarda.it INTERNO

"L'ulteriore perdita di vite e la distruzione di queste ore è straziante in un paese già in grave difficoltà”, ha spiegato Leila Bourahla, direttrice di Save the Children ad Haiti.

Salgono a più di 1.400 le vittime del devastante terremoto che sabato scorso ha colpito l’isola di Haiti.

“I nostri operatori sul campo nelle aree colpite segnalano migliaia di bambini e famiglie che dormono all'aperto perché le loro case sono andate distrutte o temono per le scosse di assestamento

La situazione è infatti tragica, nell’isola che non è mai riuscita a rialzarsi dopo l’altro sconvolgente sisma degli anni scorsi. (L'Unione Sarda.it)

Ne parlano anche altri giornali

Durante le operazioni di soccorso, che continuano nonostante sull'isola sia arrivata la tempesta tropicale Grace con forte vento e pioggia incessante, ieri sono state trovate 16 persone ancora vive sotto le macerie Condividi. (Rai News)

Altri aspettano denaro dall'estero, un pilastro dell'economia di Haiti anche prima del terremoto Scarseggia il carburante, i residenti di Les Cayes disperati cercano nelle case crollate dei rottami metallici da vendere. (Euronews Italiano)

Il bilancio delle vittime è salito, sono almeno 1.400 le persone che hanno perso la vita e 80 mila le abitazioni distrutte o danneggiate. La situazione della popolazione. Le Organizzazioni che sono sul campo, tra cui i nostri operatori, stanno facendo di tutto per raggiungere il maggior numero di persone ma c’è bisogno di più rifornimenti. (Save the Children Italia)

Sulle rovine del terremoto si è abbattuta la tempesta Grace. Il terremoto e la tempesta tropicale Grace sono l'ennesimo duro colpo per gli 11 milioni di abitanti dell'isola di Hispaniola, il 59% dei quali vive sotto la soglia di povertà. (la Repubblica)

“Tutta la popolazione, soprattutto nelle zone dell'entroterra, si ritrova senza casa – spiega Padre Massimo -. “La situazione ad Haiti, dopo il terribile terremoto di sabato mattina, purtroppo è precipitata in queste ultime ore. (TargatoCn.it)

«Siamo coscienti di questo - ha ammesso Chandler - ma per il momento sembra che la tregua proposta dal governo regga» I morti sono ora quasi 2’200 persone e i feriti oltre 12’000. (Corriere del Ticino)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr