Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banca Sella e non solo. Ecco chi teme (e chi no) Nexi-Sia

Intesa Sanpaolo, Unicredit, Banca Sella e non solo. Ecco chi teme (e chi no) Nexi-Sia
Più informazioni:
MPS
Startmag Web magazine ECONOMIA

Altri operatori attivi sul mercato hanno quote parecchio più basse che – secondo stime delle parti – sono pari al 5-10% per Unicredit, Iccrea e Banca Sella.

Tutte le banche che temono molto o poco il colosso Nexi-Sia, secondo quanto emerge dal provvedimento di avvio istruttoria dell’Antitrust.

Analogamente, nel nostro Paese il processing delle carte di credito internazionali vede in Nexi una quota pari al 20-25% e in Sia una del 45-50%. (Startmag Web magazine)

Su altri media

Il piano industriale 2021-2025 messo a punto da Guido Bastianini per l’istituto senese prevede un’importante riduzione dell’organico: dai 21mila dipendenti ai 18mila nel 2025 Legacy è l’eredità che si porta dietro ogni azienda. (Bluerating.com)

La sedia del tinello e la lezione delle banche

La sedia del tinello e la lezione delle banche di Andrea Resti. Deutsche Bank ha annunciato che consentirà il lavoro a distanza per il 40%-60% dell'orario, anche per risparmiare sugli immobili come faranno, tra gli altri, Ubs e Hsbc. (La Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr