Meno test, meno contagi. Ma tanti ricoveri

Meno test, meno contagi. Ma tanti ricoveri
LA NAZIONE INTERNO

Ieri, infatti, il numero dei test eseguiti è stato meno della metà di quello relativo ai giorni che hanno preceduto la Pasqua.

In Toscana, invece, ieri sono stati rilevati 685 nuovi contagi in più per un totale di 203.410 dall’inizio dell’epidemia

In dettaglio Prato fa ora registrare 377 nuovi contagi alla settimana ogni 100.000 abitanti, superata da Aosta con 407 casi.

Le festività pasquali terminano con un bilancio ancora pesante, troppo pesante sul versante dell’epidemia: altre tre vittime del Covid. (LA NAZIONE)

Ne parlano anche altre testate

7 Aprile 2021. di Mauro Giacon. (Lettura 4 minuti). 252. 252. . PADOVA - Nei due ospedali cittadini il momento è delicato per due motivi. E poi c’è stato il fine settimana di Pasqua, giorni nei quali il Pronto Soccorso ha sempre molto da fare. (ilmessaggero.it)

«Mi è appena arrivato il risultato del tampone molecolare e speravo non fosse questo. Per ora i sintomi non sono così forti, dolore alle ossa e qualche linea di febbre. (TrevisoToday)

Tre ricoverati che portano ad un totale di 79 gli agrigentini ospedalizzati e 29 guariti. Sulle navi quarantena in rada dell'Agrigentino restano 7 migranti positivi; mentre a Casteltermini sono 7 i contagiati da attribuire ai migranti ospiti del centro; a Comitini: 6; a Palma di Montechiaro: 8 e tra i positivi di Siculiana, 9 sono i migranti ospiti di Villa Sikania (AgrigentoNotizie)

Rogo dell'auto di Serena Enardu, identificato il piromane. Si stringe il cerchio sul mandante

Lì si sono analizzati 27.000 casi di Covid 19, arrivando alla conclusione che il numero di contagi all’aria aperta era così basso da essere assolutamente insignificante. Gli scienziati spiegano che sia molto complicato il contagio all’aria aperta, perché la carica virale si disperde. (Ok Salute e Benessere)

Sono ripresi da lunedì 22 marzo i controlli realizzati dal Corpo forestale della Regione per vigilare sul rispetto delle regole stabilite per l’emergenza sanitaria da Covid-19. (La Nuova Sardegna)

Quasi chiuso il cerchio sul mandante. Sono state le meticolose indagini avviate immediatamente dai poliziotti dell’Ufficio Investigativo e delle Volanti del Commissariato di Quartu Sant’Elena, all’indomani dell’atto incendiario compiuto durante la notte dello scorso 24 gennaio, ai danni di una donna, volto noto della tv e dei social, vittima del grave danneggiamento della propria auto. (Casteddu Online)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr