Vaccini: il 30% dei maremmani ha ricevuto la prima dose, il 15% è immunizzato

IlGiunco.net ECONOMIA

Per quanto riguarda l’Astrazeneca, in Maremma sono state somministrate 20.243 prime dosi (venerdì erano 21.317) e 2.532 seconde dosi (venerdì erano 1.903).

Nella Asl Toscana sud est (Grosseto, Arezzo e Siena) sono state inoculate in totale 243.439 prime dosi e 120.434 seconde dosi (venerdì 226.964 prime dosi e 114.192 seconde dosi)

La prima dose è stata somministrata al 30,2% dei residenti (venerdì 27,8%), mentre la seconda al 15,1% (venerdì 14,3%). (IlGiunco.net)

Ne parlano anche altri media

Come a dire, che l’efficacia dell’incrocio dei due sieri non appare inferiore rispetta a quella garantita da una normale doppia dose del vaccino Pfizer o di AstraZeneca. (Gazzetta del Sud)

I dati epidemiologici in provincia di Rieti mostrano una graduale flessione della curva dei contagi, con un numero sempre più alto di persone guarite ed un numero sempre più basso di contagi Un successo che sicuramente porterà l’Azienda a replicare tali iniziative, già partire dai prossimi giorni. (ilmessaggero.it)

L'efficacia della prima dose AstraZeneca o Pfizer. Secondo la ricerca il 96,42% di coloro che hanno ricevuto la prima dose di vaccino hanno sviluppato gli anticorpi dopo 28-34 giorni, percentuale che sale al 99,08% a 7-14 giorni dalla seconda dose. (AvellinoToday)

“Stiamo aprendo l’agenda - ha dichiarato Toti - l’idea è di aprire alle prenotazioni su base volontaria sulle linee Astrazeneca e Johnson&Johnson. Stiamo aprendo l’agenda prima ai 40enni e poi, via via, anche alle fasce dei 30enni e dei 20enni”. (SanremoNews.it)

Si tratta di un cittadino albanese arrestato dai carabinieri della Compagnia di Capua, in collaborazione con i colleghi della Compagnia di Vipiteno, in provincia di Bolzano, dopo le indagini coordinate dalla Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. (CasertaNews)

(LaPresse/AP) – Il principe William ha detto di aver ricevuto la sua prima dose di vaccino Covid-19, mentre il servizio sanitario nazionale britannico espande il programma di inoculazione ai giovani (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr