Covid e apprendimento: per le superiori la Dad funziona

Covid e apprendimento: per le superiori la Dad funziona
TriestePrima INTERNO

"Nessuno di loro è stato escluso dalla scuola in presenza", le ha risposto la direttrice dell'Usr

"E' stato il nostro Ufficio a condurre questo monitoraggio – ha spiegato Beltrame ai commissari, convocati nell'aula di piazza Oberdan dal presidente Giuseppe Sibau (Progetto Fvg/Ar) – .

E' questo uno dei dati più interessanti emersi oggi nel corso dell'audizione di Daniela Beltrame, direttrice dell'Ufficio scolastico regionale (Usr), in VI Commissione. (TriestePrima)

Su altre testate

Solo il 21% ritiene invece sbagliato agire in questo modo, proprio perchè la Dad e il covid hanno condizionato gli apprendimenti. [VOTA IL SONDAGGIO] Di. Orizzonte scuola chiede ai propri utenti tramite un sondaggio: “Quest’anno è possibile bocciare gli studenti in caso di insufficienze nonostante il covid abbia condizionato le attività didattiche in presenza. (Orizzonte Scuola)

Nelle superiori l’apprendimento è rimasto lo stesso degli scorsi anni nel 48 per cento dei casi. La didattica a distanza passa l’esame ma non a pieni voti. (Il Messaggero Veneto)

Scuola, i si dad: "Vogliamo il modello pugliese" In piazza per manifestare contro la riapertura delle scuole sabato 10 aprile ad Atripalda. "Gli Admin del gruppo Tuteliamo i nostri figli Atripalda Ileana Gengaro e Giovanna D’urso e i membri aderenti, in collaborazione con la fondatrice del gruppo nazionale, Lia Gialanella e col supporto degli admin e membri di gruppi irpini, organizzano per sabato 10 aprile una manifestazione in Piazza Umberto I alle ore 11. (Ottopagine)

Centinaia di studenti rispondono 'presente', ritorno in classe oltre le previsioni. Goduto: "Ma non è la scuola dei nostri sogni"

Poi c’è Robin, 17enne, studente di Informatica che trascorre almeno 18 ore della giornata nella sua stanza. Come Allegra, 17 anni, studentessa del liceo artistico Ripetta di Roma, che segue le lezioni dal cellulare. (La7)

E non potrebbe accedere prima del 1 settembre 2022. pensione al raggiungimento dei 41 anni e 10 mesi di contributi: in questo caso dovrebbe permanere in servizio, oltre all’anno in corso, per altri due anni potendo pensionarsi al 1 settembre 2023 Quando in pensione con 61 anni di età: i docenti che anelano alla pensione per sfuggire alla DAD Di. (Orizzonte Scuola)

È stata una giornata un po' problematica, la dirigente Goduto non fatica ad ammetterlo. "Mi pare evidente ci sia una tendenza sempre più marcata verso la didattica in presenza". (FoggiaToday)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr