Covid Oristano: vaccini a parenti e amici, depositata dai Nas un'informativa in Procura

Covid Oristano: vaccini a parenti e amici, depositata dai Nas un'informativa in Procura
Cagliaripad INTERNO

Risulterebbero vaccinate diverse persone appartenenti ad uno stesso gruppo sociale, giovani, figli e parenti di amici e conoscenti.

Secondo quanto si apprende, i Carabinieri hanno monitorato da alcuni mesi i movimenti di numerose persone che risulterebbero vaccinate con il Pfizer senza averne titolo.

Ma risulterebbe sproporzionato il rapporto tra dosi di vaccino ‘avanzate’ e vaccinati senza titolo

Quelle aventi titolo come pazienti fragili sarebbero state ‘scavalcate’ da persone senza pieno diritto. (Cagliaripad)

Se ne è parlato anche su altri media

Lo fa sapere l'agenzia La Presse spiegando che è stata depositata questa mattina negli uffici della procura di Oristano un'informativa dei carabinieri del Nas. Presunte anomalie sulle vaccinazioni anti Covid a Oristano. (YouTG.net)

Diverse le lamentele da parte dei cittadini che hanno deciso di andarsene senza essersi sottoposti a vaccinazione “Mio padre ha 87 anni è reduce da un intervento e non può trascorrere tante ore in piedi – racconta una donna commentando la lunga coda – siamo qui da questa mattina alle 9”. (Cagliaripad)

8 Aprile 2021. Ci sono 15 persone indagate nello scandalo sulle vaccinazioni abusive ad Oristano. Chi non ha titolo, viene inserito alla voce “altro” e ad Oristano sarebbero decisamente in numero sproporzionato. (ORnews)

Furbetti del vaccino, a Oristano blitz dei carabinieri nel centro di somministrazione

Avrebbe fornito informazioni false al procuratore quando è stato convocato come persona informata dei fatti nell'ambito dell'inchiesta sul piano pandemico e l'epidemia nella Bergamasca. Ranieri Guerra, il direttore vicario dell’Organizzazione mondiale della sanità e in passato direttore generale prevenzione al ministero della Salute, è indagato a Bergamo: avrebbe fornito informazioni false al procuratore quando è stato convocato come persona informata dei fatti nell’ambito dell’inchiesta sul piano pandemico e l’epidemia nella Bergamasca. (LaPresse)

I militari in borghese sono arrivati nel bel mezzo della mattinata dedicata alle somministrazioni a una parte degli ultraottantenni oristanesi e hanno prelevato, come già era accaduto qualche settimana fa, diversi registri e documenti che servono ad accertare la regolarità delle chiamate per i vaccini. (La Nuova Sardegna)

Sotto indagine con l’ipotesi di abuso d’ufficio 15 persone tra medici e infermieri che secondo i primi accertamenti condotti dai carabinieri del Nas di Cagliari, avrebbero somministrato dosi di vaccino a persone che in quel momento non ne avevano titolo, scavalcando così gli anziani e le fasce di cittadini fragili. (vistanet)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr