Giovinazzi ignora l’ordine di scuderia in Turchia, rottura con Alfa Romeo: “Per noi era importante”

Giovinazzi ignora l’ordine di scuderia in Turchia, rottura con Alfa Romeo: “Per noi era importante”
Sport Fanpage SPORT

All'inizio della gara non ci siamo concentrati molto su chi fosse più forte, più o meno c'erano entrambe le vetture

Sicuramente – ha poi aggiunto – per la squadra quello che ha fatto non è stato l'ideale, per noi era importante fare punti.

Giovinazzi ignora l’ordine di scuderia in Turchia, rottura con Alfa Romeo: “Per noi era importante” Nel finale del GP della Turchia, Antonio Giovinazzi ha disubbidito all’ordine impartito dall’Alfa Romeo di scambiare la posizione con il compagno Kimi Raikkonen che girava più veloce di lui mandando così in fumo le chance di entrare in zona punti del finlandese. (Sport Fanpage)

Se ne è parlato anche su altri media

Per noi è importante raggiungere la zona-punti e il ritmo di Kimi era ottimo in quel momento“ E poi avremmo avuto un giro in più per raggiungere Ocon“, queste le parole riportate da The-Race. (FormulaPassion.it)

La Formula 1 è qui Su F1-News trovi tutte le notizie più interessanti del mondo della Formula 1 per un sito praticamente al 100% dedicato a questo sport. (F1-News.eu)

Al Gran Premio di Turchia, la rimonta del duo di casa Alfa Romeo Racing è apparsa sicuramente molto interessante soprattutto se paragonata a quanto fatto vedere in Qualifica. Nello specifico Antonio Giovinazzi ha concluso in undicesima piazza, seguito da Kimi Raikkonen in dodicesima posizione ovvero alle sue spalle. (ClubAlfa.it)

F1, alta tensione Antonio Giovinazzi - Alfa Romeo su Kimi Raikkonen

Per noi è importante raggiungere la zona-punti e il ritmo di Kimi era ottimo in quel momento", sono le parole riportate da Formulapassion Quindi l'affondo che sembra precludere un futuro in Alfa Romeo per Giovinazzi: "Per la squadra, non è stato l’ideale. (Sportal)

Siamo arrivati vicini alla zona punti – ha concluso Iceman – ci sarebbe servito qualche giro in più per farcela”. (FormulaPassion.it)

Pienamente concentrato sul proprio obiettivo, Giovinazzi non si è accorto che si trovava già all’ultima tornata, e che ogni tentativo di sorpasso futuro sarebbe stato quindi completamente inutile, complice appunto l’esposizione della bandiera a scacchi. (FormulaPassion.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr