Trattativa: Ros non volle catturare Provenzano, né perquisire Rina

Trattativa: Ros non volle catturare Provenzano, né perquisire Rina
Livesicilia.it INTERNO

La Corte di assise di appello di Palermo affronta le due vicende nella motivazione della sentenza sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia.

– prosegue la corte – Né Mori e i suoi potevano essere certi dell’esistenza all’interno dell’abitazione di tracce utili alle indagini o addirittura di documento compromettenti.

Trattativa non accelerò morte Borsellino. I giudici d’appello ribaltano anche in un altro punto la sentenza di primo grado

Faceva parte di una strategia per fermare le stragi. (Livesicilia.it)

La notizia riportata su altre testate

Insomma, il canale con Cosa Nostra venne aperto per «fini solidaristici (la salvaguardia dell’incolumità della collettività nazionale) e di tutela di un interesse generale – e fondamentale – dello Stato» si apprende dal documento. (Open)

La 'trattativa' non fu causa della morte di Borsellino. La strage di Via D’Amelio era decisa e la sua esecuzione non fu accelerata dalla cosiddetta trattativa. Lo scrive la corte d’assise d’appello nelle motivazioni della sentenza sulla cosiddetta trattativa Stato-mafia. (Gazzetta del Sud - Edizione Sicilia)

Trattativa Stato-mafia, i giudici: dialogo per "spaccare" Cosa nostra

"Esclusa qualsiasi ipotesi di collusione con i mafiosi, se Mori e Subranni potevano avere interesse a preservare la libertà di Provenzano, ciò ben poteva essere motivato dal convincimento che la leadership di Provenzano, meglio di qualsiasi ipotetico e improbabile patto, avrebbe di fatto garantito contro il rischio del prevalere di pulsioni stragiste o di un ritorno alla linea dura di contrapposizione violenta allo Stato". (RagusaNews)

E l’unica finalità dei carabinieri era quella di fermare le stragi «insinuandosi in una spaccatura» all’interno di Cosa nostra. Anche la mancata perquisizione del covo di Riina può essere ricondotta a questa strategia. (Giornale di Sicilia)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr