Sono partiti i test salivari nelle scuole

Giornale di Sicilia INTERNO

«Abbiamo accettato per senso di dovere e anche per sicurezza personale, - hanno spiegato - e nonostante siamo tutti vaccinati, pensiamo che la sicurezza non sia mai troppa».

Questa mattina, il liceo scientifico Majorana di Mirano (Venezia) è stata la prima scuola del Veneziano ad aver consegnato ai tecnici dell’Ulss 3 i test di 21 studenti che hanno aderito al programma.

Nel territorio di competenza dell’Ulss 3 Veneziana partecipa al progetto anche l’istituto comprensivo Daniela Furlan di Spinea, che oggi ha restituito i primi 120 test

«È stato molto semplice, - ha raccontato Mattia Calzavara, in rappresentanza della 5/a D Scienze applicate - ci hanno spiegato tutto nel dettaglio e due minuti sono stati più che sufficienti per fare il test». (Giornale di Sicilia)

Ne parlano anche altri media

Come avverrà la somministrazione dei tamponi? In partenza, sarà il personale sanitario della Roma 4 a guidare alunni e insegnanti, mentre più avanti, con l’aiuto di un video tutorial la somministrazione del campione potrà essere eseguita a casa in autonomia (Bignotizie.it)

Ed è forse per questo motivo che solo ieri è trapelato che a Bolzano, dove l’anno scolastico è iniziato il 6 settembre, ci sono già otto classi in didattica a distanza. «Il ministero alla Salute non ritiene solo utile il nostro screening, che si aggiunge a quello nazionale, ma lo valuta positivo, utile e necessario — spiega il governatore Arno Kompatscher—. (Corriere della Sera)

Oggi, a tre giorni dal rientro in classe degli studenti, sono stati presi 9 provvedimenti per altrettante classi, tutte in monitoraggio. Mentre sono 13 i monitoraggi di cui 1 gruppo di un centro estivo e 12 classi (Oggi Treviso)

Il personale del Servizio di prevenzione provvederà poi al ritiro del box che sarà consegnato al laboratorio di Microbiologia che entro 24 ore comunicherà il referto. I pazienti over 80 a domicilio verranno invece seguiti dai medici di famiglia" conclude Benazzi (TrevisoToday)

Il monitoraggio coinvolgerà circa 30.000 alunni della regione tra i 6 e i 14 anni e verrà effettuato ogni 15 giorni. “Si tratta di prelievi salivari di natura molecolare che vengono processati in laboratorio – ha spiegato l’assessore – , il risultato si ha in 24 ore. (L'agone)

Mercoledì 15 Settembre la Asl Roma 4 partirà con il monitoraggio nazionale nelle scuole dei 4 distretti. I test scelti sono i lollisponge salivari, dei tamponi con un bastoncino che possono essere tenuti in bocca dal bambino come un lecca lecca. (L'agone)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr