Epifani, Bombardieri: Giornata triste, perdiamo amico e persona perbene

LaPresse ECONOMIA

Epifani è stato un politico riformista che ha fatto tante battaglie per i lavoratori.

(LaPresse) – “È una giornata triste.

Pensiamo che il cordoglio e il silenzio siano gli unici sentimenti da esternare”.

Perdiamo un amico e una persona perbene impegnata in tante battaglie.

Lo dice il segretario generale Uil Pierpaolo Bombardieri, parlando con i cronisti al Nazareno dove era in corso un incontro con la delegazione Pd, interrotto dopo la notizia della scomparsa di Guglielmo Epifani

(LaPresse)

Se ne è parlato anche su altre testate

Era un riferimento del mondo sindacale, della sinistra, del nostro partito”. Così il ministro per il Lavoro Andrea Orlando commenta la morte di Guglielmo Epifani (LaPresse)

Anche un avversario come Matteo Salvini ha mandato un messaggio di cordoglio: "Apprendo con tristezza della improvvisa scomparsa di Guglielmo Epifani, storico leader del sindacato e della sinistra Epifani è stato leader del sindacato e segretario del Pd in un momento difficile. (Il Giorno)

"Sconcerto e dolore per la morte improvvisa di Guglielmo Epifani, compagno di tante battaglie", scrive in una nota il ministro per la Pubblica amministrazione, Renato Brunetta. "A nome mio e dei deputati di Fratelli d'Italia profondo cordoglio per la scomparsa di Guglielmo Epifani, avversario stimato e preparato", dichiara il capogruppo di Fratelli d'Italia alla Camera, Francesco Lollobrigida. (il Giornale)

(LaPresse) – “Uno degli ultimi interventi pubblici di Guglielmo Epifani è stato a difesa dei lavoratori in difficoltà, dei loro diritti, della necessità di proteggerli. Esprimo dolore e cordoglio per un protagonista della vita sindacale e politica del Paese”. (LaPresse)

Nel 1990 entrò nella segreteria confederale e nel 2002, dopo l’addio di Cofferati, è diventato il segretario generale. News Correlate Guglielmo Epifani e il legame con Scicli. Laureato in filosofia con una tesi su Anna Kuliscioff, ha svolto tutta la sua carriera nella Cgil prima di quella politica. (RagusaNews)

Approdò in politica nel Partito Democratico, ricoprendo per un breve periodo (dall’11 maggio 2014 al 15 dicembre 2013) la carica di segretario reggente, dopo le dimissioni di Pier Luigi Bersani. Lasciò il ruolo di segretario reggente dopo l’elezione a leader dei dem di Matteo Renzi (Open)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr