È pronta la recensione di Godzilla vs. Kong: il cinema finalmente torna a ruggire

È pronta la recensione di Godzilla vs. Kong: il cinema finalmente torna a ruggire
Wonder Channel CULTURA E SPETTACOLO

Una di queste è sicuramente il rilascio del film Godzilla vs. Kong.

I puristi adoreranno il modo in cui Godzilla vs. Kong ripropone i classici angoli di ripresa dei kaiju nei momenti cruciali.

Godzilla vs. Kong si sarebbe potuto avvalere di almeno un affascinante protagonista o eroe… però questa mancanza non si sente proprio grazie anche alle scene comiche.

Godzilla vs. Kong sembra aver preso a cuore quelle critiche. (Wonder Channel)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Per meglio incarnare, fisicamente, il selvaggio Tarzan, Skarsgård si allenò duramente e seguì una dieta estrema, addirittura “folle” rivelò lui stesso al conduttore americano Conan O’Brien durante il suo talk show. (La Gazzetta dello Sport)

News Cinema. Complice il weekend pasquale e la riapertura dei cinema di Los Angeles e New York, il film Warner Bros supera nel suo primo weekend di programmazione ogni aspettativa. (ComingSoon.it)

ha distribuito Godzilla vs. Kong in Canada, dove l’80% dei cinema sono ancora chiusi, anche in digitale, e ha comunicato di aver incassato circa 3 milioni di dollari dall’on-demand. Il blockbuster della Warner Bros co-prodotto dalla Legendary Entertainment ha infatti incassato 32 milioni di dollari tra venerdì e domenica negli Stati Uniti, salendo così a 48.5 milioni di dollari in cinque giorni. (BadTaste.it)

Usa, “Godzilla vs Kong”: record in pandemia con 48,5 milioni di dollari in 5 giorni

Godzilla vs Kong non ha paura di usare la luce e di mostrare dettagli e primi piani delle creature digitali Kong – Skull Island prosegue con il tema della simbiosi, con un Kong più umano (d’altronde è un primate) protettore degli indigeni di Skull Island e l’avidità umana a perturbare l’equilibrio della natura. (Tom's Hardware Italia)

Ma al di là dei confronti la cosa discriminante è che il filmone sui mostri sta facendo questi milioni di dollari nel momento in cui è anche disponibile in contemporanea agli abbonati Hbo Max per di più senza senza costi aggiuntivi (cosa che invece accadrà di Disney+ il 9 luglio con Black Widow) Il successo insomma apre interrogativi sul senso sempre più pallido delle cosiddette «finestre» (il tempo tra sala e altre fruizioni), ma soprattutto dà speranza agli esercenti sul ritorno del pubblico in sala dopo oltre un anno a guardare i film dal divano da una piattaforma streaming. (La Stampa)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr