Furbetti del Pos, c'è già chi aggira l'obbligo: «Non è necessario avere il terminale per i pagamenti»

ilmattino.it ECONOMIA

Furbetti del Pos, l'escamotage per rifiutare i pagamenti elettronici. Chi rifiuta il pagamento elettronico rischia una sanzione amministrativa di 30 euro, aumentata del 4% del valore della transazione.

Perché alcuni esercenti avrebbero già escogitato un metodo per evitare di accettare i pagamenti con i terminali elettronici.

Perché la multa non è collegata alla mancanza del Pos da parte del commerciante, bensì al rifiuto di accettare il pagamento. (ilmattino.it)

Se ne è parlato anche su altri media

Nessuna delle due norme, tuttavia, aveva introdotto sanzioni per gli esercenti che rifiutavano pagamenti con carte e bancomat. (Borsa Italiana)

Inoltre sono oltre 4 milioni i Pos installati e attivi presso le attività commerciali e di servizi. “Già oggi nel nostro Paese – sottolinea Confcommercio – il numero di transazioni con carte di debito, di credito e prepagate è già molto alto con un incremento, negli ultimi cinque anni, del 120%. (IlGiunco.net)

Poi, certo, la tempistica – visto che sabato 2 luglio (domani, ndr) cominciano i saldi – non è stata il massimo.". In più sul transato pagobancomat e carte di credito si aggiunge il costo del canone mensile che si aggira attorno a 15 euro (il Resto del Carlino)

In caso di rifiuto di un pagamento di 100 euro tramite il Pos, il commerciante andrebbe incontro ad una sanzione da 34 euro (30 euro di ammenda fissa e 4 euro per quella variabile) Per Confcommercio la strada scelta non è quella corretta: "Non si può pensare di incentivare i pagamenti elettronici attraverso il meccanismo delle sanzioni". (Sky Tg24 )

Bologna, 30 giugno 2022 - Non appena le nuove regole sui pagamenti elettronici sono entrate in vigore (Pos obbligatorio per tutti da oggi) noi del Carlino abbiamo deciso di fare una prova. Di quelli che fino all’altro ieri faticavano a mettere il pos sul bancone, figuriamoci, quindi, per acquisti di qualche euro o addirittura pochi centesimi (il Resto del Carlino)

“I coprichiavi costano 40 centesimi – ci racconta un calzolaio milanese – ti pare che io debba accettare il pagamento con il pos per così poco? Da oggi, 30 giugno 2022, scatta in Italia l’obbligo per i commercianti di accettare pagamenti con il pos. (Repubblica TV)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr