Covid: un anno di pandemia raccontato dalle foto simbolo - il Resto del Carlino

Covid: un anno di pandemia raccontato dalle foto simbolo - il Resto del Carlino
Il Resto del Carlino SALUTE

Era il 24 marzo, appena un mese dall'arrivo del coronavirus nel nostro Paese.

Da quel momento, è iniziata una discesa lenta dei parametri, che ha portato il 4 maggio alla 'fase due', con una graduale riapertura del Paese.

a questo era ancora solo l'inizio.

Sono stati proibiti gli spostamenti, per uscire di casa bisognava portare con sé un'autocertificazione.

Progressivamente hanno riaperto aziende, bar e ristoranti, è tornato possibile uscire dal proprio comune e incontrare persone al di fuori del nucleo familiare

(Il Resto del Carlino)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Complessivamente nel 2020 è rimasto invenduto il 75% delle camere disponibili nelle strutture ricettive alberghiere ed extralberghiere Con una ulteriore perdita in termini di ricavi stimabile in circa 8 miliardi di euro. (Il Messaggero)

Aspetti dell’impatto della pandemia sulla città. La pandemia ha tracciato un solco tra un ‘prima’ e un ‘dopo’, uno spartiacque a dir poco drammatico tra un mondo che pensavamo di controllare e un mondo dal profilo incerto. (Il Bo Live - Università di Padova)

Non è invece prevista al momento alcuna fascia rossa, anche se l’Umbria e la Provincia di Bolzano ne hanno già attivate a livello locale. Ogni giorno puntuale verso le 17, da diversi mesi, la Protezione Civile fornisce i dati del bollettino legato ai numeri dei casi di Covid-19. (instaNews)

“Un anno fa la nostra libertà inconsapevole prima della pandemia”

In una settimana si registra un solo decesso, una donna nata negli anni Trenta, mentre il saldo fra dimissioni e nuovi ricoveri da venerdì scorso è positivo: 12 contro 10. L'ultimo anno è stato drammaticamente difficile per tutti e tra qualche mese potremo tornare gradualmente alla normalità ma adesso è richiesto ancora il massimo impegno≫ (La Gazzetta di Sondrio)

Il meccanismo per cui il virus altera le funzioni cognitive è complesso. – Secondo un recente studio i pazienti che hanno superato il Covid-19 spesso, a distanza di tempo dalla guarigione e dalla dimissione dall'ospedale, lamentano rallentamento, stanchezza mentale, mancanza di lucidità e fatica nelle attività quotidiane come lavorare, guidare la macchina o fare la spesa. (L'Altra Mantova)

Un anno fa, il 20 febbraio del 2020 – un giorno prima lo scoppio della pandemia da Covid – nessuno poteva immaginarsi cosa sarebbe successo. “E pensare che io, la sera prima, mi trovavo proprio a Codogno – racconta un uomo – la città che il giorno dopo sarebbe diventata l’epicentro dell’emergenza sanitaria”. (Libertà)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr