Macomer, quasi 60 positivi e primo morto della terza ondata: chiude il centro disabili

Macomer, quasi 60 positivi e primo morto della terza ondata: chiude il centro disabili
L'Unione Sarda.it INTERNO

"Se dovessimo avere un numero maggiore di positivi - dice Succu - ovviamente saranno addottate ulteriori misure ristrettive e non escludiamo la dichiarazione di zona rossa.

Voglio ricordare che con l'ordinanza del 6 aprile abbiamo chiuso tutte le scuole di ogni ordine e grado, fino al 14 di aprile.

Per il momento si continua con un attento monitoraggio dei dati per l'adozione, se dovesse rendersi necessario, di ulteriori misure". (L'Unione Sarda.it)

La notizia riportata su altre testate

Dopo i casi di Cagliari, Nuoro e Sassari, sul piede di guerra salgono i sindaci di Bono, nel Sassarese, e di Samassi, nel Cagliaritano. Non si placano però le polemiche sulle file fatte fare agli anziani e sui ritardi nei territori. (SardiniaPost)

Sono aumentati del 55,7 per cento i casi Covid in Sardegna che, nella settimana 31 marzo-6 aprile, raggiungono quota 983 attualmente positivi per 100mila abitanti rispetto agli 871 casi per 100 mila della settimana precedente. (SardiniaPost)

Secondo la classifica stilata dalla Fondazione Gimbe, la Sardegna resta ultima nella somministrazione dei vaccini anti Covid, tra le regioni italiane. Male anche l’inoculazione delle due dosi del farmaco agli over80, dove solo il 18,3% degli anziani ha completato i richiamo rispetto alla media del dell’Italia che si attesta al 36,8%. (vistanet)

Sardegna verso la zona rossa: la condanna dall'indice Rt

La Sardegna potrebbe rischiare la zona rossa. L’isola potrebbe passare in fascia rossa nonostante l’incidenza dei casi casi ogni 100mila abitanti fosse più bassa del previsto. (Gallura Oggi)

Confermato, il coprifuoco alle 22. ndice Rt a 1,25, l’Isola verso la “zona rossa”. La Sardegna potrebbe finire in “zona rossa” da lunedì a causa di un indice Rt che, stando a comunicazioni informali, nell’ultima settimana, sarebbe salito a 1,25, soglia che porterebbe automaticamente l’Isola nella fascia rossa. (IlSarrabus.News)

Una comunicazione informale da Roma, stando a quanto trapela, è già arrivata a Villa Devoto, ma si attende la conferma dalla cabina di regia che domani illustrerà i dati dell'ultimo monitoraggio. Con il passaggio in zona rossa l'Isola ripiomberebbe nel sistema delle norme più restrittive: si esce di casa solo per lavoro, salute o necessità, chiusi non solo bar e ristoranti ma anche negozi e dovrebbero restare chiusi anche parrucchieri e barbieri (il decreto che prevede le riaperture partirebbe successivamente) (YouTG.net)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr