Corsa al Quirinale, a Berlusconi mancano "solo" 25 voti per diventare Capo dello Stato

Corsa al Quirinale, a Berlusconi mancano solo 25 voti per diventare Capo dello Stato
la VOCE del TRENTINO INTERNO

Per il Colle avrete il nome entro 15 giorni“, ha detto ieri il leader della Lega, Matteo Salvini, in una conferenza stampa a Montecitorio.

Ma le due linee sono in contrapposizione visto che la mancata votazione di Berlusconi potrebbe risolversi in elezioni anticipate

Secondo lui per l’elezioni di Berlusconi come capo dello Stato servirebbero sollo altri 25 voti.

Ad affermarlo è il segretario della Lega Matteo Salvini alla vigilia del vertice di Centrodestra in programma a Roma oggi in vista dell’inizio delle votazioni per il Quirinale il prossimo 24 gennaio. (la VOCE del TRENTINO)

Ne parlano anche altre fonti

Lo ha spiegato oggi a Il Fatto Quotidiano Stefano Buffagni, responsabile del Comitato per l'Economia del M5S: "Berlusconi è uno che non molla mai, e sta facendo la sua partita Quirinale, Berlusconi punta al Colle, Salvini lo sostiene: oggi vertice Cdx. (Fanpage.it)

E avvertono i peones: «Con Berlusconi al Quirinale salterebbe tutto e ci sarebbero solo le elezioni anticipate». «Il vertice di Villa Grande», riferisce il centrista Lorenzo Cesa, «servirà a capire come allargare il campo al di fuori del perimetro del centrodestra». (ilmessaggero.it)

I due candidati di fatto - per ora – sono e restano, dunque, Mario Draghi e Silvio Berlusconi, sempre che, appunto, non rispunti Mattarella. Dobbiamo però prepararci a un piano B, trovare un'altra figura di centrodestra che sia condivisibile anche dal centrosinistra”, aggiungendo “il Cavaliere è divisivo” con parole che riecheggiano quelle del leader del Pd Letta. (Tiscali Notizie)

Matteo Salvini, una donna al Quirinale: il piano B se dovesse naufragare Berlusconi

Presenti anche Brugnaro e Lupi. (LaPresse) A Villa Grande il vertice del centrodestra per affrontare la questione legata al Quirinale. Presenti anche Gianni Letta, il coordinatore nazionale di Forza Italia, Antonio Tajani e il senatore di Fdi Ignazio La Russa (LaPresse)

Il leader della Lega Matteo Salvini è tornato a parlare della corsa al Quirinale e, in particolare, del nome di Silvio Berlusconi: «Dopo 30 anni il centrodestra ha una occasione storica di fare una scelta di assoluto livello che non sia necessariamente di sinistra. (Open)

Salvini e la Meloni temono che Berlusconi non abbia i numeri, ma Letta ha il terrore opposto: che quei numeri ci siano Riccardo Molinari, capogruppo del Carroccio, dice che «occorre preparare un piano B, trovare anche un'altra figura di centrodestra che sia condivisibile dal centrosinistra». (Liberoquotidiano.it)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr