«Pochi medici di famiglia impegnati contro il Covid? Falso, Musumeci così ci offende»

InSanitas.it SALUTE

Se non si invertiranno tali dinamiche a poco a poco i medici si allontaneranno dalla vaccinazione anziché aderire sempre più come sta avvenendo ora».

Prima vanno riforniti i medici di famiglia e i centri di periferia vicini a dove i pazienti vivono e lavorano, poi i grandi Hub

Musumeci, abbiamo vaccinato in meno di due mesi (da Ottobre a Dicembre 2020) oltre 1.200.000 cittadini siciliani per l’influenza e la polmonite. (InSanitas.it)

Se ne è parlato anche su altri giornali

Vaccini, nuova intesa: siringhe pronte per i medici di famiglia. Vaccini, nuova intesa: siringhe pronte per i medici di famiglia. La Regione cerca di superare le ultime difficoltà. (Linkoristano.it)

Diversi pazienti sono andati da altri medici a Borgonovo e Castel San Giovanni, che sono distanti da Pianello e Alta Valtidone. Per i medici nei due comuni c’è un iscritto per Pianello (per 5 giorni alla settimana) e due per l’Alta Valtidone, che prevedono una presenza a Nibbiano per 5 giorni alla settimana e per tre a Trevozzo (piacenzasera.it)

LO SGARBO. Piccati anche i medici pontini aderenti allo Smi (Sindacato medici italiani) il cui segretario provinciale. «Vorrei sottolineare commenta Luigi Martini anche la scorrettezza con la quale è avvenuta l'esclusione dei medici dalla somministrazione Pfizer. (Il Messaggero)

La protesta dei medici di famiglia: "Non siamo fannulloni, i vaccini non ci arrivano"

Nel corso della riunione è stato inoltre giudicato positivamente il modello dei centri vaccinali di prossimità, come quello di Gonars Nel corso della riunione si è parlato anche della campagna vaccinale che ha subito in alcune zone un rallentamento. (Il Piccolo)

«Nessun cittadino - ha concluso Baruffi - risulta, però, senza assistenza medica di base» Il medico nei due comuni di Pianello e Alta Val Tidone, entrambi in provincia di Piacenza, non è sufficiente per tutte le richieste. (IlPiacenza)

Nella lettera chiediamo a Figliuolo chiarezza sia sulla distribuzione dei vaccini ai nostri ambulatori, fino ad oggi arrivati con il contagocce, sia sull'organizzazione. Anche per questo, quindi, "è stato un errore non puntare, nella pratica, sui medici di famiglia per la vaccinazione anti-Covid, lasciando loro, al momento, un ruolo residuale" (Today)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr