Il drone italiano che segnala gli incendi (e funziona a energia solare)

Wired Italia ECONOMIA

E dato che il motore elettrico a propulsione solare non inquina ed è silenzioso, può essere fatto volare anche su aree protette come i parchi naturali senza danni all'ambiente o senza disturbare gli animali

Utilizzare il drone FH-0 è molto semplice: può essere lanciato a mano da un operatore e a fine missione atterra nel punto programmato.

A bordo del drone c'è un modulo 4G/5G che permette di estendere la portata operativa. (Wired Italia)

Ne parlano anche altri media

Il drone ha un raggio d’azione di 10 chilometri che è possibile estendere, con la tecnologia 4G/5G già installata a bordo, a diverse centinaia di chilometri. Può volare anche su parchi naturali e aree protette, grazie al motore elettrico a propulsione solare che lo rende assolutamente non inquinante e silenzioso (CorriereRomagna)

Drone anti incendi: arriva in Italia. Curare l’ambiente, salvaguardarlo e prevenire gli incendi: questo è ciò che serve per far sì che il nostro patrimonio boschivo sia protetto, in particolare durante il periodo estivo, quando è sempre, purtroppo, minato da incendi. (Nanopress)

(Adnkronos) - Arriva il primo drone solare italiano che rileva tempestivamente incendi o anche piccoli focolai. Può volare anche su parchi naturali e aree protette, grazie al motore elettrico a propulsione solare che lo rende assolutamente non inquinante e silenzioso. (Today.it)

Il drone, chiamato ‘FireHound Zero’ (letteralmente ‘segugio del fuoco’), ha la forma di un piccolo aeroplano e sono già in corso trattative con alcune amministrazioni locali per la fornitura di flotte. (L'Eco di Bergamo)

Riesce a monitorare superfici di circa 500 ettari all’ora con un sofisticato sensore all’infrarosso, fornendo alla centrale di controllo le coordinate precise di roghi anche di ridotte dimensioni (addirittura 30-40 centimetri di diametro, come un falò di campeggiatori), prima che l’incendio divampi e causi danni irreparabili. (il Resto del Carlino)

Il drone ha un raggio d’azione di 10 chilometri che è possibile estendere, con la tecnologia 4G/5G già installata a bordo, a diverse centinaia di chilometri. Lo ‘zero’ nel nome del nostro drone vuol essere un auspicio: ridurre fino a zero il numero degli incendi che divampano senza essere stati individuati e circoscritti per tempo”. (la Repubblica)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr