Il ‘bottone magico’ di Hamilton

FormulaPassion.it SPORT

Se lo schianto dell’olandese non è minimamente imputabile al pilota però, lo stesso non si può dire per il lungo di Lewis Hamilton.

Di seguito lo scambio di battute a fine gara tra Hamilton ed il suo ingegnere di pista, Peter Bonnington, che rivelano nel dettaglio quanto accaduto.

Max Verstappen è stato costretto al ritiro da una foratura a cinque giri dalla conclusione di un GP dominato in maniera netta. (FormulaPassion.it)

La notizia riportata su altre testate

From to 🤩 to 😱 in seconds. “C’è così tanto che dobbiamo migliorare che voglio solo concentrarmi su questo – ha aggiunto ancora Wolff – così da assicurarmi che effettivamente saremo in grado di competere per questo campionato (FormulaPassion.it)

Vettel intervistato direttamente dalla sua macchina appena tagliato il traguardo si gode il primo podio in Aston Martin (Bandiera a scacchi). Giornalista: “Sebastian Vettel congratulazioni Stroll a muro invoca la bandiera rossa (Giro 31). (FormulaPassion.it)

Il fine settimana del Paul Ricard sarà il primo in cui le ali posteriori dovranno superare dei test più selettivi (1000 Newton da sopportare e non 750 e una tolleranza di flessibilità portata da tre a un solo millimetro), ma le power unit fresche e sulla carta più affidabili potranno di sicuro compensare la ‘perdita’ dell’ala posteriore flessibile vista chiaramente in azione a Barcellona A differenza degli avversari i motorizzati Honda a Baku non hanno potuto contare su una power unit fresca. (FormulaPassion.it)

Le gomme dure non reggono fino al termine, vanno a sbattere in fotocopia sul rettilineo d’arrivo per una foratura prima Stroll e poi Verstappen. (CalcioMercato.it)

È difficile da accettare, ma probabilmente avrò ancora a fare in futuro con dei detriti. Lo stint con la gomma dura è stato lungo, ma ho semplicemente controllato quello che stava succedendo alle mie spalle” (FormulaPassion.it)

Max Verstappen ha visto sfumare la vittoria a Baku per una foratura alla ruota posteriore sinistra: Pirelli svela il probabile motivo. Max Verstappen sentiva già il profumo della vittoria quando la gara di Baku si è trasformata in un incubo. (AutoMotoriNews)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr