Ema, "nessuna restrizione per il vaccino Astrazeneca"

Ema, nessuna restrizione per il vaccino Astrazeneca
L'HuffPost INTERNO

“Le rare trombosi dovrebbero essere elencate come effetti collaterali molto rari del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca” ha stabilito il Prac.

Germania, Francia, Olanda, Svezia, Islanda e Finlandia hanno già deciso limitazioni di utilizzo del vaccino AstraZeneca.

È l’esito delle analisi condotte dalla Agenzia europea per i medicinali che ha terminato gli studi sul vaccino prodotto dalla casa anglo-svedese degli eventi rari di trombosi cerebrale. (L'HuffPost)

Ne parlano anche altri giornali

(LaPresse) – Da domani apertura delle somministrazioni con Astrazeneca alla fascia d’età “tra i 60-79 anni”. Lo avrebbe detto, secondo quanto apprende LaPresse, il commissario straordinario per l’emergenza Covid e la campagna vaccinale, Francesco Paolo Figliuolo, nel corso dell’incontro tra governo ed enti locali sul dossier AstraZeneca. (LaPresse)

In totale sono stati 62 gli eventi di trombosi celebrale e 24 di altro genere su 25 milioni di vaccinati tra Unione europea e Regno Unito. "Gli eventi rari di trombosi cerebrale sono effetti collaterali molto rari", ma c'è un "probabile" legame e per questo "le rare trombosi vanno inserite tra i possibili effetti collaterali". (LiberoQuotidiano.it)

“Le rare trombosi dovrebbero essere elencate come effetti collaterali molto rari del vaccino Vaxzevria di AstraZeneca” ha stabilito il Prac. Tuttavia “non ci sono rischi generalizzati nella somministrazione del vaccino, quindi non abbiamo ritenuto necessario raccomandare misure specifiche per ridurre il rischio”. (Il Messaggero Veneto)

AstraZeneca, Figliuolo: Importante ridare fiducia, afflusso dosi segue target

Roma, 7 apr. Lo dice, secondo quanto apprende LaPresse, il ministro della Salute, Roberto Speranza, alla riunione tra governo ed enti locali sul dossier Astrazeneca. (LaPresse)

“Ad oggi – avrebbe aggiunto -, per chi non ha avuto complicanze non si esclude la somministrazione della seconda dose ancora con Astrazeneca” Però solo un numero ridotto di persone ha avuto la seconda dose”. (LaPresse)

“Le seconde dosi vanno a chi ha già fatto la prima, per le altre abbiamo allargate la platea dei 70-79 anni”, ha aggiunto Adesso è importante ridare fiducia a tutti, ne usciamo vaccinando”. (LaPresse)

Facebook Twitter Pinterest Linkedin Tumblr